Taggato: post rock

0

MATTATOIO5 – Escape

Al secondo album la band padovana amplia i suoi orizzonti sonori e concettuali, attingendo per la nuova opera a “Carceri d’Invenzione”, una serie di 16 incisioni realizzate da Giovanni Battista Piranesi tra il 1745 e...

0

REPETITA IUVANT – 3 EP

L’esordio della band spezzina é il primo atto di una trilogia. Tre brani registrati in presa diretta e spesso frutto di improvvisazione che si spostano tra austeri impeti “sonici” (di sapore, a tratti, quasi...

0

A VIOLET PINE – Ten years gone

Un intenso ep che celebra i dieci anni di attività del trio pugliese con tre lunghi brani dall’incedere solenne e dai toni apocalittici tra post rock e post wave. Atmosfere cupe e gravi, compositivamente convincente,...

0

BACHON’S CHAOS – Macula

Interessante EP con quattro brani che spaziano dall’alternative rock, con pennellate grunge, al post punk, con sguardi a Sonic Youth e Fugazi. Suoni abrasivi, scarni e duri, ottimo approccio e attitudine perfetta. In attesa...

0

NORTHWAY – The hovering

Secondo album per la band bergamasca che ci porta in un flusso sonoro strumentale che passa da momenti catartici a valanghe apocalittiche. Il tutto all’insegna di un post rock rigoroso, ai confini con la pura sperimentazione....

0

BJ JAZZ GAG – Somestring else!

Il trio Biagio Marino (chitarre elettriche con diverse accordature), Luca Bernard (contrabbasso) e Massimiliano Furia (batteria) esplora i confini tra sperimentazione, jazz, free, post rock, in versione rigorosamente strumentale, aprendosi strade sonore ardite e...

0

ANASTATICA – Recalling

Album d’esordio per la band veneziana, già collaboratrice con numerosi artisti italiani e internazionali per colonne sonore e insonorizzazioni di mostre, in questo lavoro palesa alcune delle  principali influenze. Post rock, incedere Pink Floydiano (“Lord...

0

MOONLOGUE – Sail Under Nadir

Spesso ostico ma avvolgente e interessantissimo l’intrico sonoro della band torinese. Un album prevalentemente strumentale che si muove tra math, post rock e un’anima prog, suonato benissimo e dall’affascinante ambientazione space/futurista. Lavoro dalle ampie...

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.