FRANK GET – Gray wolf

Quattordicesimo album per il bluesman triestino che ha composto tutte le canzoni ed è accompagnato da  Tea Tidić, Andrea Reganzin (tastiere) e Giulio Roselli (batteria). La sezione fiati (The Jailhouse Horns) è invece composta da Angelo Chiocca (sax), Giorgio Ruzzier (tromba) e Andrea Bortolato (trombone). I dodici brani, in inglese, sono strettamente legati ad un robusto, classico e tradizionale blues che talvolta sfocia in southern rock, in brani vicini all’estetica sonora del Bruce Springsteen più rude, in infuocati boogie con la slide e l’Hammond a rendere il tutto ancora più torrido. Album senza fronzoli, onesto e sincero.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.