ADOLFO DURANTE – Le parole vere

Testo: Alessandro Hellmann – Musica: Michele Amadori
Produzione e arrangiamenti: Alberto Lombardi by Belairstudio (Albano Laziale) – Roma
Directed by Simone Passeri

“LE PAROLE VERE” è il nuovo singolo di ADOLFO DURANTE, che anticipa un disco di inediti previsto in uscita per l’autunno prossimo. Composto per lui da Michele Amadori su un testo di Alessandro Hellmann, questo brano mette l’accento su ciò che siamo diventati, un piccolo sguardo sui rapporti interpersonali che caratterizzano la società odierna.  ”Le parole vere” è una riflessione su come nel quotidiano si sia persa la capacità di approfondire le relazioni personali e di quanto sia sempre più difficile comunicare senza restare in superficie, senza entrare davvero in contatto con chi ci sta intorno. Per il video di questo brano si è affidato invece alla regia di Simone Passeri, un vero fuoriclasse e mago della fotografia e delle luci, puntando sulla propria interpretazione e sulle parole del testo, senza cadere nella banalizzazione e nella retorica che qualsiasi immagine avrebbero rischiato di dare. Anche per questo singolo si è affidato alla produzione e agli arrangiamenti di ALBERTO LOMBARDI, salito alla ribalta anche per aver prodotto e realizzato il nuovo singolo di Rino Gaetano, un brano inedito, registrato più di 37 anni fa e portato a termine da Artù, che lo ha in parte interpretato. “Le parole vere” e i precedenti brani, usciti negli ultimi mesi, saranno raccolti nel nuovo disco di inediti, la cui uscita è prevista per l’autunno 2018 e tra i cui autori figura anche Rosario di Bella. Tornerà a parlare di diritti umani, temi che lo hanno sempre interessato, anche nel nuovo album.
Adolfo Durante si è aggiudicato, infatti, nel 2015 il Premio Amnesty Emergenti con “Libertà”, titletrack del disco uscito nel 2015, ha incuriosito per la sua vocalità Red Ronnie che lo ha poi ospitato al Roxy Bar. Sensibile alle minoranze, non è la prima volta che affronta tematiche legate alla violazione dei diritti umani: è del 2016 la realizzazione del singolo “Una voce per te”, in collaborazione con Voci per la libertà- Una canzone per Amnesty ispirato ai prigionieri di coscienza e “Stella”, brano uscito solo nel formato videoclip pochi mesi fa, per la regia di Michele Pastrello, che ha saputo abilmente evocare lo stato d’animo fra due mondi paralleli, l’emigrante di fine 800 e l’immigrato di oggi che, in uno spazio senza tempo (mare, sabbia, orizzonte) , incrociano i loro destini (il passato e il presente) accumunati entrambi dalla speranza e dal tentativo di dare dignità alle loro vite, poiché costretti dalle circostanze ad abbandonare le loro radici in cerca di una vita e un futuro migliori.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.