ANTONIO G. D’ERRICO – Il virus delle verità

Si é parlato e si parla ovunque (spesso a vanvera e a sproposito) del Covid e di tutto ciò che ha significato in termini sanitari, economici e sociali. Mai quanto ora sono necessarie chiarezza e veridicità delle informazioni. Questo libro contribuisce parecchio in tal senso, affidandosi a una serie di autorevoli rappresentanti della medicina, dai professori Luciano Gattinoni (direttore del Dipartimento di terapia intensiva al Policlinico di Milano) e Fabrizio Ernesto Pregliasco (infettivologo e direttore sanitario dell’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano), il dottor Gianluigi Spata (presidente dell’Ordine dei Medici di Como e della Federazione Regionale degli Ordini della Lombardia), il professor Paolo Antonio Ascierto. Un viaggio asciutto e preciso, visto in un’ottica di prima linea, ricchissimo di spunti e “verità”.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Tullio ha detto:

    L’ho letto da poco e sono rimasto straordinariamente colpito da questo scrittore Antonio Gerardo D’Errico. Si denota una padronanza di linguaggio non comune, ha affrontato una tematica così spinosa trasportando il lettore in un viaggio.
    Un saggio davvero importante che merita l’attenzione delle TV nazionali. Un appello a dare voce e spazio ad uno scrittore come D’Errico che è stato candidato al nobel per la letteratura e vincitore di numerosi premi letterari e di poesia.
    Consiglio di leggerlo in maniera spassionata ve lo dico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.