ÀWARÉ – Un minuto di ascolto

Mentre si spendono ‘minuti di silenzio’ più o meno contriti per le stragi in Europa e in America, ci chiediamo se non sia meglio provare ad affrontare ‘un minuto di ascolto’ a partire dalle nostre case, dalle nostre scuole, dai nostri immigrati, dal nostro senso etico arrugginito.

Usano queste parole gli Àwaré per presentare “Un minuto di ascolto”, primo singolo radiofonico della formazione new-grunge bergamasca che anticipa l’uscita di un disco di debutto attualmente in lavorazione e di un mini-tour che partirà giovedì 5 ottobre da Torino.

Il video che accompagna il brano – realizzato da GoodLights, ovvero dal chitarrista Giovanni Bonalumi – racconta una storia dai colori freddi e acidi che, come spiega la band, “è il ritratto di una distanza virtuale, fatta di disattenzione, di non empatia, di urla e silenzi, fino alla rassegnazione. Non vuole essere una critica alla società moderna, ma un suo essudato. Il sangue non fluisce per criticare la ferita, ne è la naturale conseguenza.

Gli Àwaré considerano “Un minuto di ascolto” una sorta di manifesto programmatico perché “senza ascolto non ha senso parlare di musica, non ha senso parlare di esseri umani. In fondo metà della musica la fa chi ascolta.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.