BRUNO CASINI – Frequenze Fiorentine – Firenze Anni ‘80

Torna il libreria in versione ampliata il volume di Bruno Casini dedicato al fermento culturale della Firenze anni ’80.
A quasi venti anni dalla prima, introvabile, edizione nuovamente disponibile ‘Frequenze Fiorentine’, libro illustrato sulle culture giovanili della Firenze degli anni Ottanta. La nuova versione è riveduta, corretta e remixata con capitoli inediti e l’impaginazione di Matteo Torcinovich.

La Firenze che prese una strada a sè rispetto ai vari fuochi che bruciavano ovunque in Italia.
Fu un mix di new wave, sperimentazione, arte, spettacolo, moda, contaminazioni.
Locali come Banana Moon, Tenax, Manila, Rokkoteca Brighton, Casablanca, Salt Peanuts, la radio Controradio come portavoce, nomi come Litfiba, Diaframma, Neon, Moda, ma anche Cafè Caracas o Dennis & the Jets e loro varie diramazioni e incroci a guidare musicalmente le fila.

“Ballavamo tutti felici, al ritmo di queste musiche che parevano essere solamente nostre” (Nicola Vannini)

“Complicità più che amicizia, complicità più che progetti comuni, complicità più che organizzazione e obiettivi” (Lorenzo Pallini)

Nel libro sono raccolte decine di testimonianze dirette da parte de protagonisti, ricostruendo in maniera fedele e accurata quel (relativamente) breve periodo di creatività, pulsione, novità, originalità pressoché unica, in Italia.

“Gli anni 80 a Firenze sono stati una cosa importante che non si è mai più ripetuta da nessuna altra parte. Il pubblico era sempre numeroso e strabordava, non c’erano locali abbastanza spaziosi per contenerlo”. (Antonio Aiazzi – Litfiba).

“Firenze era aperta e inclusiva, circolava un sacco di gente, si parlava, venivano fuori cose, si discutevano. Probabilmente anche quella sorta di allontanamento dalla politica, che poteva sembrare brutto o strano, contribuì a rendere le cose più semplici per l’area creativa.
L’accusa che si fa spesso a quegli anni è il disimpegno, gli anni 80 sono giudicati superficiali, edonisti ma la creatività deve essere anche un po’ svincolata da modelli. Eravamo puri, puri creativi”
 (Lina Mugnai).

Bruno Casini – Frequenze Fiorentine – Firenze Anni ‘80
Goodfellas Edizioni/ Spittle
25 euro
288 pagine
Disponibile da aprile con un inedito vinile 7″ dei Neon allegato (con i brani ‘Last Dance’ e ‘Lobotomy’)

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *