CASABLANCA – Un punto di sutura

È “Un punto di sutura” il nuovo singolo estratto dal disco dei Casablanca “Pace, violenza o costume” uscito lo scorso Marzo (Vrec/Audioglobe). Il brano è uno dei più rock del disco, un incentivo a«Spingersi a fare cose dolorose per avere qualcosa e qualcuno che lascierà ferite permanenti, come una folle ma lucida e consapevole corsa con la consapevolezza di mettere in preventivo molti tagli e inevitabili lividi provocati da un solo obiettivo accecati dal desiderio». Così spiega il brano MaxZanotti, voce e chitarra e principale autore della band nata dalle ceneri dei Deasonika con lo stesso Stefano Facchi alla batteria completati da Giovanni Pinizzotto (basso) e Rosario Lo Monaco (chitarra).

Il brano è supportato da un videoclip incredibile realizzato da Andrea Jako Giacomini un vero e proprio road movie per il regista già dietro la macchina da presa per Stavo pensando a te di Fabri Fibra. «Il video nasce da un idea pazza, maturata più di 10 anni. Purtroppo all’epoca non c’era la tecnologia adatta per realizzarlo e soprattutto mancava un pezzo musicale così forte che saldasse il tutto come un guanto» – dichiara il regista che ha trovato in “Un punto di sutura” il brano perfetto per il suo particolare cortometraggio.

“Pace, violenza o costume” è secondo album dopo l’esordio omonimo dei Casablanca accolto con entusiasmo dalla critica giornalistica. Un disco di rock italiano dove i testi ombrosi e riflessivi sulla vita, l’apparire, l’amore, l’incertezza si incastonano perfettamente nel sound dei Casablanca, una band di rock italiano ma che ha continui richiami al rock/stoner degli anni settanta d’oltreoceano.

La band sta preparando il tour estivo mentre è già stata confermata la presenza al prossimo Pistoia Blues Festival in apertura a Mark Lanegan Band il prossimo 15 luglio.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.