CHARLIE RISSO – We’re even

We’re Even, terzo singolo estratto dal nuovo album di Charlie Risso Tornado, uscito l’1 dicembre per la label Incadenza.

Atmosfere algide e rarefatte ispirate a Lost in Translation di Sofia Coppola, un mash-up di immagini girate tra la costa est italiana e alcune metropoli americane di notte sono lo scenario in cui emergono grandi incomprensioni e difficoltà di coppia.  Il video realizzato dalla fotografa di moda e lifestyle Silvia Badalotti è in grado di conciliare la sensibilità della canzone con il carattere più “freddo” di una produzione elettronica.

Il brano già dalle prime note conduce nell’ immaginario sonoro di Kyle Dixon e Michael Stein dei Survive, compositori della colonna sonora della serie cult di Netflix Stranger Things. Rispetto agli altri pezzi di Tornado We’re Even è il  brano più elettronico, il sapiente utilizzo di sintetizzatori porta la firma del produttore Mattia Cominotto (Meganoidi, Tre Allegri Ragazzi Morti).

Come in Dark e Tornado anche qui ritroviamo la ricerca di una pace interiore difficile da raggiungere eppure possibile. Sullo sfondo di una relazione in crisi dove le discussioni continue stancano e allontanano fino a un punto di non ritorno, Charlie canta Cause we are even, and I take the blame, “siamo pari e mi prendo io la colpa”, purché finisca il combattimento emotivo e si arrivi ad una tregua.

Attiva fra la sua città natale, Milano e Londra, Charlie Risso è un’artista cosmopolita che è riuscita a ricamarsi addosso un sound ammaliante e malinconico dove folk, alternative rock e pop si compenetrano senza sforzi e senza inganni. Perfettamente bilingue, l’inglese nelle sue canzoni conferisce al progetto un respiro internazionale, permettendo a Charlie di poter annullare qualsivoglia confine geografico o limite musicale e di rendere riduttiva la stessa definizione di ‘cantautrice’.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.