CLAUDIO LOLLI – Il grande freddo

La lunga carriera di Claudio Lolli, uno dei cantautori più influenti e significativi degli anni ’70 (da “Aspettando Godot” a “Abbiamo visto anche degli zingari felici”, non dimenticando un altro eccellente lavoro come “Disoccupate le strade dai sogni”), non ha bisogno di ulteriori presentazioni. A otto anni dall’ultimo album torna con un nuovo episodio discografico di grande spessore e pregio. Affiancato da Danilo Tomasetta e Roberto Soldati musicisti appartenenti al Collettivo Autonomo Musicisti di Bologna con cui produsse “Ho visto anche degli zingari felici” nel 1976 intraprende un nuovo viaggio all’interno della disillusione e della povertà etica, morale e intellettuale della società attuale. Riprende temi a lui cari come l’indifferenza sociale odierna, l’estrema crisi della sinistra, riflessioni esistenziali mutuate da un’osservazione colta e consapevole di ciò che è stato e cambiato negli anni. Musicalmente curatissimo, arrangiato alla perfezione con brani efficaci e sempre riusciti. Uno degli album da ricordare in questo 2017.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.