DANIELE NICOLO’ – Tutte quelle volte

A pochi giorni dall’uscita del nuovo singolo di Daniele Nicolò, “Tutte quelle volte”(in radio e negli stores dal 27 maggio) arriva l’anteprima video su TGCom24, che precede l’uscita su You Tube del giorno 3 giugno.

“Tutte quelle volte” è la storia di un rapporto tormentato, in cui per sentirsi corrisposti ci si fa la guerra, portando l’altro al limite della sopportazione. È l’espressione della classica antitesi amore-odio, tra forze opposte, attrazione e repulsione, una miscela esplosiva che si manifesta sì nello scontro tra i due, ma è anche espressione dell’incontro tra parti di sé scisse, che desiderano ricongiungersi, si cercano senza trovarsi, finché una non si riconosce nell’altra come parte di un’unica identità. Un testo che ci racconta, quindi, di “Tutte quelle volte” in cui è stato necessario distruggere per ricreare un amore, un rapporto, o più semplicemente se stessi. Il video interpreta proprio questa lotta interiore, il conflitto e il dualismo, la ricerca di sé si arricchisce di una ambientazione particolarmente evocativa e suggestiva, villa Gianni a Roma, edificio storico costruito dal noto architetto Piacentini, con una struttura classica dalle proporzioni perfette. L’imponente facciata, le linee semplici ed essenziali, il giardino inglese e la piscina in stile romano fanno di Villa Gianni un luogo pieno di fascino seppur immerso in un paesaggio urbano fatto di luci, colori e rumori della città, lo sfondo perfetto per la storia narrata che vede il protagonista vagare tra gli ambienti e le stanze, quasi invisibile agli occhi delle numerose figure che sembrano invece divertirsi, non curanti del resto. Servirà specchiarsi poi nell’acqua, novello Narciso, per perdersi e rinascere nell’identità duale ricomposta in unità autentica.

Un brano che segna un nuovo inizio per il cantautore, dopo un percorso artistico ricco ed articolato che lo ha visto pubblicare diversi inediti, partecipare a programmi TV di rilievo nazionale e, non ultimo, aggiudicarsi il Premio della critica al Premio Mia Martini (2021) con “Scabrosa Atipia”, un pezzo frutto del lavoro con il team autorale composto da Pietro Cunsolo e Ilario Sergi insieme allo stesso Daniele (che è infatti autore, compositore e cantante), con cui già nel 2020 aveva pubblicato   “Dentro l’eco”.

 

Autori: Pietro Cunsolo, Ilario Sergi

Compositori: Daniele Nicolò

Produttore/Arrangiatore: Luca Masotti

Registrazione e Mix: Valerio Garavaglia @ GaV Studio
Master: Mike Dangelini @ Sound & Light Mastering Studio

Project management, immagine e comunicazione: Rita Biganzoli (AbacusWeb)

Ph: Giulio Cafasso
Artwork: Carlo Montanari Brand Identity Maker per Abacusweb
Label: PMS Studio  – Edizioni: BMRG Srl

Video

Regista: Andrea Cavoli

Trucco: Stefano Mattozzi
Parrucco: Gianluca Iannitelli
Stylist: Andrea Vagaggini
Location: Villa Gianni

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *