ESSENZIALE – Ali

Nonostante la giovane età, l’artista calabrese classe 2006, è riconosciuto come uno dei maggiori esponenti dell’emo-rap italiano, in grado di trasformare, attraverso la sua musica, un vissuto difficile e complesso in messaggi positivi, che infondono emozioni e speranza negli ascoltatori.

Scritto dallo stesso EsseNziale durante il lockdown e prodotto da Filippo Romeo in arte Fily, “Ali” racconta l’amore con gli occhi di un giovane uomo, un giovane che parla ai giovani senza filtri, in maniera diretta e sincera. Il focus del brano è incentrato sul superamento della paura, del timore di rimanere da soli, perché, come dichiarato dallo stesso artista «ci sarà sempre qualcuno pronto ad accoglierci tra le proprie “ali”».

L’importanza di coltivare e portare avanti le relazioni affettive, siano esse d’amore o di amicizia, perché, nonostante le distanze, i legami fondati su sincerità, rispetto e sentimenti profondi, privi di secondi fini, rimangono indissolubili.

«Averti qui davanti, non dirti più mi manchi, insieme non distanti»; «Ho scelto te come fossi una sostanza, questa ansia mi mangia. Il mio cuore è diviso se non sono con te»: rime che scorrono al ritmo di un cuore che, seppur ferito, non ha smesso di credere nei sentimenti e di donarsi completamente. Perché nella vita occorre dare spazio, tempo e valore a ciò che realmente è o si ritiene essenziale, proprio come ha fatto Simone quando ha intrapreso il suo percorso artistico, individuando e scegliendo un nome d’arte che ben rappresentasse la sua concezione della musica.

Le ali, sognate e desiderate dagli uomini di ogni epoca, non rappresentano in questo caso soltanto volo o libertà, ma anche e soprattutto un abbraccio, che indipendentemente dalle distanze, avvolge e protegge la persona amata. “Ali” che durante il viaggio immaginario del protagonista, superano e colmano la lontananza; ali ricoperte di calore che, liberandosi da ogni fardello, raggiungono l’altro per volare insieme, elevandosi nel senso più intrinseco del termine.

EsseNziale, per questo pezzo, ha scelto di posare le sue barre su un tappeto sonoro contemporaneo, ma al tempo stesso delicato, curato nei minimi dettagli ed è proprio il connubio tra il suo flow ed il sound pop del brano a rendere “Ali” un prodotto unico, di forte impatto, che rimane nella mente – e nel cuore – sin dal primo ascolto.

Ad accompagnare il brano, il videoclip ufficiale, diretto da Saverio Minniti, che vede la partecipazione della bravissima e bellissima Giovanna Liconti.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.