FABRIZIO “TAVER” TAVERNELLI – Il bagno e l’antibagno

“Chi o cosa viene prima o dopo? Perché stabilire forzatamente una sequenza lineare? Il mondo è fatto di direzioni sghembe, oblique, le realtà si sovrappongono e si contraddicono, le categorie diventano obsolete. L’unica certezza sono gli atomi che ci compongono, che danzano nel caos e danno vita” (Taver).

“Algoritmi” è il sesto album di Fabrizio Tavernelli. Come per gli episodi precedenti si tratta di un concept basato sulla onnipresenza degli algoritmi in ogni ambito della società e dell’esistenza degli umani.

L’album si inserisce nel percorso eclettico, esplorando nuove strade musicali e letterarie. Tra gli ospiti Giorgio Canali (nei brani “Algoritmo Alfanumerico” e “Performance”) e l’orchestra Algoritmo Ensemble diretta da Simone Copellini (nel brano “Il lupo e lo Sciacallo”)

Video maker: Federico Baracchi

Testo e musica: Fabrizio Tavernelli

BIO Il cantautore emiliano è un’artista poliedrico, cantante, produttore, musicista e scrittore. Attivo fin dalla giovane età negli anni ’80 con EnManque D’Autre e dal ’93 al 1999 con gli AFA (Acid Folk Alleanza) con i quali incide diversi album dal crossover all’elettronica per la Sugar di Caterina Caselli e Dischi del Mulo/Consorzio Produttori Indipendenti . E’ l’ideatore nel 1995 dell’evento “Materiale Resistente”, rilettura moderna di canti della Resistenza. Dal 2000 presenta diversi progetti dal pop alla sperimentazione, dalla psichedelia all’elettronica, dalla italo-disco all’avanguardia, dalla musica etnica al songwriting: Groove Safari, Roots Connection, Duozero, Ajello Babel, IRRS, Impresa Gottardo. Del 2011 è l’uscita del suo primo libro “Provincia Exotica” viaggio nella provincia italiana allucinata e distorta. Attualmente è impegnato in veste solista con una serie di devianti canzoni d’autore. Tre gli album incisi per l’etichetta personale Lo Scafandro: “Oggetti del Desiderio”, “Volare Basso” e il visionario “Fantacoscienza” un viaggio nello spazio interiore. Segue poi “Infanti” un disco incentrato sul coinvolgimento dei bambini nelle guerre mediatiche . Nel 2020 “Homo Distopiens” un concept sulle odierne distopie.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *