FRANCESCO SISCH – La stessa canzone

Arriva su Youtube il video ufficiale de “La stessa canzone”, il primo singolo di Francesco Sish, nato durante il lockdown grazie ad alcune reminiscenze di scene passate vissute che hanno fatto emergere delle parole, delle frasi che a poco a poco hanno costruito quello che è diventato poi il testo della canzone.

Il videoclip è stato girato interamente proprio nella casa in cui è stato scritto il brano.

Si tratta di un brano che vuole settare un nuovo standard sonoro all’interno dell’ambiente rock italiano. “Frasi legate a scene ormai presenti solo nel passato – dichiara lo stesso artista – intente ad accettare il tempo che passa e a farsi scivolare addosso gesti che è meglio lasciare andare, perché citando Eraclito ‘panta rei’, tutto scorre, pertanto ‘non saremo mai’ dice il testo. Un po’ malinconiche, ma al contempo energiche, le sonorità del pezzo sono influenzate da atmosfere rock pop con molte sfumature new wave, strizzando l’occhio all’onda dell’indie odierno senza scendere a compromessi sonori legati alla tendenza del mercato”.

Francesco Del Giudice, in arte Francesco Sisch, è un batterista, songwriter romano classe ‘86. Appassionato di musica rock, inizia sin da giovane a frequentare la scena musicale romana underground militando come batterista, chitarrista e cantante in varie band locali.

Inizia il suo percorso discografico insieme agli Armaduc&Others Animals incidendo l’EP “In a torquoise living room”; successivamente allo scioglimento del gruppo inizia a collaborare con i Living Image con i quali inciderà l’EP “Optional life” e incide nel 2019 il suo primo album “Afternoon sessions” in qualità di batterista per la band Punk-Rock GreyBlueAshes.

Attualmente milita come batterista nella band Papel con i quali stanno lavorando al loro primo EP. Parallelamente a questo progetto nel 2021 decide di iniziare il suo percorso solista portando alla luce i suoi brani e affacciarsi sulla scena musicale discografica come songwriter, cantante pubblicando il suo primo brano “La stessa canzone” prodotto da Paolo Motta e pubblicato da PM Productions.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.