GIOIA – Fratelli

“FRATELLI” (BIT Records), brano di debutto di GIOIA.
FRATELLI”, primo singolo di GIOIA, è un brano dalle sonorità allegre e spensierate scandite dagli accordi di un ukulele in netto contrasto con i pensieri profondamente nostalgici per il rapporto che univa da bambini l’autrice e il fratello. La vita, da adulti, si fa più complicata e contribuisce all’allontanamento tra i due, ma questa canzone si fa portavoce di una promessa importante: non perdersi mai veramente, perché uniti da quel sentimento silenzioso, da quel legame invisibile.
Spiega Gioia a proposito del nuovo brano: «Questa canzone parla di me e mio fratello, della nostra infanzia, dei nostri giochi, di mia nonna, del tempo che passa inesorabile. L’ho scelto come primo singolo perché rispecchia a fondo la qualità che predomina nel mio cuore: la nostalgia».
Il videoclip ufficiale di “Fratelli” ritrae Gioia tra gli spazi verdi di un piccolo giardino, tra fiori colorati da ammirare e un aquilone da far librare in aria, come cristallizzata in un tempo e in uno spazio che richiama l’infanzia.

Biografia
Gioia Precisano, classe 1988, nasce ad Ischia, isola campana. Sin da bambina ha sempre amato scrivere canzoni e inventare melodie che per anni sono rimaste nella sua testa, poi da autodidatta si è avvicinata alla chitarra e all’ukulele e ha iniziato a musicarle. Per diversi anni si è guadagnata da vivere come cantante nel contesto musicale della sua isola. Ha militato in diverse band. Il suo riferimento musicale è sempre stato il cantautorato italiano da De Andrè, Battisti, Bersani fino a Niccolò Fabi e il progressive rock. Poi l’incontro con Massimo Buonomo della VademaMusic, divenuto il suo agente, col quale Gioia ha avuto la possibilità di condividere la sua musica col mondo con la produzione musicale di Stefano Di Meglio. Da qui l’uscita a maggio 2021 del primo singolo “Fratelli” per l’etichetta BIT Records; il brano è disponibile in radio e in digitale dal 21 maggio.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.