GIOVANNI GALBIERI – La cura del sale

Il cantautore veronese Giovanni Galbieri, ha pubblicato “La cura del sale” (Maxy sound) il suo nuovo singolo intitolato accompagnato dal videoclip ufficiale.

“La cura del sale” esprime un concetto universale che spesso diamo per scontato: la consapevolezza.

“Tutto quello che accade intorno a noi sembra avere un valore secondario se confrontato con la malinconia di ciò che è stato. – ha dichiarato il cantautore – È un brano pensato per tutte le persone che si trovano in una situazione di dualismo, costrette nella propria routine giornaliera e che spesso si trovano a dover capire quale sia la giusta direzione da prendere di fronte ad un bivio. La vita è troppo breve per lasciare dell’ insoluto per questo bisogna prendere in mano le redini e cominciare a macinare soluzioni per stare bene. Con sé stessi, con gli altri, con il circondario, con l’alternativa speranza di perdersi per scoprire che non siamo soli a combattere questa battaglia introspettiva.”

“La cura del sale” vuol essere un inno alla vita nel senso più primitivo, quella fatta di emozioni vere, genuine, anche fuori dagli schemi se necessario, purché producano un effetto positivo e rivitalizzante (morale od immorale, mi curo con il sale).

 

Il videoclip è nato da un’idea di Massimiliano Titi (produttore del brano).

La storyboard mette in primo piano una “scatola misteriosa” che, una volta aperta, sembra avere effetti positivi, (addirittura curativi) sulle persone le quali, incuriosite ma senza nessuna aspettativa, si interrogano sul suo contenuto. Fa eccezione il cantante emergente che, riponendo la speranza di aprirla e diventare così famoso e celebre, rimane deluso poiché non succede nulla. Solo dopo aver letto il biglietto all’interno della scatola  capisce quanto sia inutile aspettare che le cose cambino sempre e solo per merito di qualcun altro ma che bisogna rimboccarsi le mani ed essere padroni del proprio destino.

Giovanni Galbieri | Biografia

Giovanni Galbieri, classe ‘93, è un cantautore e atleta professionista della nazionale italiana, campione europeo Under 23 dei 100 metri piani.

 

Da sempre appassionato di musica, soprattutto italiana è attratto dalle canzoni e dal cantautorato dei grandi della musica come De André, De Gregori, Danilo Sacco, Zucchero, Bennato, Ivan Graziani, Brunori sas.

Scrive e compone canzoni. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo album intitolato “Pensa poetico”, registrato a Macerata da Andrea Mei (storica tastiera dei Gang e ora tastierista e produttore di Danilo Sacco). Nel gennaio 2020 esce il singolo “La cura del sale” (Maxy sound).

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.