MALDESTRO – Spine

Bellezza, amore, assenza e morte si intrecciano in un brano tenero e crudo al tempo stesso, che assume tinte cinematografiche dai tratti noir, nel videoclip diretto da Zavvo Niccolosi.

MALDESTRO PARLA DEL BRANO “SPINE”

Spine è la bellezza che brami, che speri non si consumi mai. Quando una donna la possiede, sia interiormente che esteticamente, può contemporaneamente ucciderti e salvarti.

IL REGISTA PARLA DELLA REALIZZAZIONE DEL VIDEO DI “SPINE”

“Spine” è una canzone sulla bellezza, quella assoluta, inavvicinabile che mette quasi paura.

Sulla base di questo concetto abbiamo pensato ad un video che si rifacesse ad un tipo di cinema in bianco e nero che non c’è più, quello di Pietro Germi, in particolare “Divorzio all’italiana” e “Sedotta e abbandonata”.

Abbiamo aggiunto un tocco di paranormale per raccontare la storia di un paese qualunque del sud flagellato dalle sparizioni inspiegabili di giovani donne, vittime di un sortilegio ad opera di una strega che vuol rimanere per sempre giovane e bella.

Ad indagare sui misteriosi avvenimenti un giovane investigatore privato presunto esperto di occulto e il suo strambo aiutante dai potere paranormali.

Un misto tra “True Detective” e “Franco e Ciccio” per una moderna favola nera.

 

CREDITI VIDEO:

Regia: Zavvo Nicolosi

DP, VFX: Ben Gnomino

Produzione: Dimitri Di Noto

Assistente alla regia: Marco Riscica

Best Boy: Riccardo Nicolosi

Soggetto: Ground’s Oranges

Costumi: Laura Lo Faro

Fotografa di scena: Elsa Tornabene

Cast: Giovanni Giuffrida, Agatino De Nunzio, Carolina Valentino, Vittoria Mandraffino, Renato Mancini, Anna Di Mauro e con la partecipazione di Maria Continella, Enzo Cannizzo e Gaetano Fusto.

Credits Brano & Album:

Testo e musica: Maldestro

Produzione Artistica: Taketo Gohara

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.