Il meglio del 2022 dalla redazione di Radio Coop

Come ogni anno la redazione di RadioCoop esprime le preferenze in ambito artistico e musicale ma non solo, dell’anno trascorso.

Buone Feste!

 

VITTORIA ROSSI

Per riassumere il meglio della musica di questo 2022 ho selezionato 10 dischi + 1.

Qui i 10 scelti, in ordine alfabetico:

  • Black Country, New Road “Ants From Up There”
  • black midi “Hellfire”
  • Charlotte Adigery & Bolis Popul “Tropical Dancer”
  • death’s dynamic shroud “Darklife”
  • DOMi & JD BECK “NOT TiGHT”
  • Edda “Illusion”
  • Ezra Collective “Where I’m Meant To Be”
  • Kendrick Lamar “Mr. Morale & The Big Steppers”
  • Mykki Blanco “Stay Close To Music”
  • Ogi “Monologues” (EP)

+ 1: Alt-j “The Dream”

Oltre alla musica, ma senza andare troppo lontano, consiglio Annette, particolarissimo musical del regista Leos Carax, colonna sonora firmata dal duo Sparks, e il tenero Licorice Pizza di Paul Thomas Anderson, interpretato dalle sorelle Haim e ambientato nella Los Angeles degli anni ’70.

CARLO MAFFINI

E’ una playlist speciale perchè per me è stato un anno speciale, nel bene e nel male, un anno di grandi cambiamenti, di soddisfazioni ma anche di problemi, come tutti del resto! Sono 25 album che mi hanno accompagnato e aiutato ogni giorno di questo 2022. Non mi dilungo troppo e vado con la lista in ordine assolutamente casuale. Gli auguri sono sinceri, come il sottoscritto e ci tengo a sottolinearlo, buona musica a tutti!

 Warhaus – Ha Ha Heartbreak

Young Guns Silver Fox – Ticket To Shangri-La

Anna of the North – Crazy Life

Nathan Johnston and the Angels of Libra

De Phazz – Jelly Banquet

Fantastic Negrito – White Jesus Black Problems

Nu Genea – Bar Mediterraneo

Gabriels – Angels & Queens

Gloria Scott – So Wonderful

Beyonce – Renaissance

Arctic Monkeys – The Car

Sohn – Trust

Agosta – Agosta

Michelle David & The True-Tones – Truth and Soul

Ural Thomas & The Pain – Dancing Dimensions

Lauv – All 4 Nothing

Sunni Colón – JuJu & The Flowerbug

Mamas Gun – Cure The Jones

Tanika Charles – Papillon de Nuit : The Night Butterfly

Iann Dior – On To Better Things

Alexis Evans – Yours Truly

Cesare Cremonini – La ragazza del futuro

Jonathan Jeremiah – Horsepower for the streets

J.P. Bimeni & The Black Belts – Give me Hope

Joe Tatton Trio – Big Fish

ANTONIO BACCIOCCHI

DISCHI

FANTASTIC NEGRITO – White Jesus, black problems
VIAGRA BOYS – Cave world
THE LAZY EYES – SongBook
SUEDE RAZORS – No mess, no fuss, just rock ‘n’ roll
BLACK MIDI – Hellfire

SACROMUD – s/t
THE DIPLOMATICS – Is time to fly?
PIERPAOLO CAPOVILLA E I CATTIVI MAESTRI -s/t
VERA DI LECCE – Altar of Love
THREE BLIND MICE – Day’s Getting Dark

LIBRI

MICHAEL PERGOLANI – Nudo

PABLITO EL DRITO – Lo spettro della droga

GIORGIO RIMONDI – L’invasione degli Afronauti

BRENDAN MULLEN – Lexicon Devil

JOHN LURIE – The history of bones

PAOLO MUZIO

Come ogni anno in questo periodo, eccomi qui a segnalarvi il mio personale “meglio” di questo 2022.

MUSICA

“Dove si Balla” di Dargen D’Amico

Oh, cosa volete che vi dica… continuo a canticchiarla, non mi esce dalla testa.

Aiuto!

TELEVISIONE

“Ciao 2021”

La seconda edizione dello show di Capodanno made in Russia che omaggia la televisione italiana.

Con lo scoppio del conflitto, il conduttore Ivan Urgant si è trasferito in Israele.

Suppongo non ci sarà una terza edizione.

Peccato…

CINEMA

“Triangle of Sadness” di Ruben Ostlund

Lo possiamo descrivere con due parole: Champagne e vomito

Imperdibile!

TEATRO

“A Christmas Carol” di Charles Dickens.

Ho avuto il piacere di vederlo nell’adattamento degli Imperfect Speakers, una compagnia teatrale che rappresenta spettacoli in lingua inglese. Godibile, ottimo ritmo, stupendi giochi di luce e recitazione perfetta.

Una bella sorpresa!

FATTO

7 dicembre 2022: le autorità tedesche arrestano 22 persone, tra di esse notiamo Heinrich XIII, nobile settantunenne della Casata di Reuss, una dinastia reale dello stato tedesco della Turingia. Il Principe aveva messo in piedi una vera e propria struttura governativa alternativa, che avrebbe sostituito il governo federale. Il “consiglio” aveva anche un dipartimento militare, che sarebbe stato utilizzato per prendere il potere.

Sarà per la prossima volta…

NICOLO’ ROSSI

Famo 10 + 1.

Musica Internazionale: Chat Pile – God’s Country; Makaya McCraven – In These Times; Gabriels – Angels & Queens

Musica Italiana: Materazi Future Club – Formazione Titolare; Lantern – M.U.S.A.; Leatherette – Fiesta

Concerti migliori: Sons Of Kemet @ Trento; Squid @ Torino

Festival underground da segnalare: “Giorni di Tuono” @ Pisa per il commovente ricordo di Tuono Pettinato; “Q.S.P.E.T. II” @ Piacenza per la selezione musicale inusuale per il nostro locus amenus.

La Roma ha vinto la Conference League. A Tirana. Bellissimo.

 

GIACOMO MERIGGI

  • Most Normal – Gilla Band(Noise Rock, Post-Punk, No Wave – Irlanda);
  •  God Save the Animals – Alex G( Indie Rock, Indie Folk – USA)
  • Hegemonikon: A Journey to the End of Light – Rome alias Jerome Reuter (Neofolk, Darkwave – Lussemburgo);
  •   アイランド (Island)  – Asunojokei 明日の叙景 (Blackgaze, Post-hardcore, Emo – Japan);
  •  Live at Musik Efterskolen in Humble – Ichiko Aoba(Contemporary Folk, Chamber Folk, Ambient – Japan) – ma recuperate assolutamente la discografia( vista a Losanna in un cinema teatro);
  • Todays Festival Torino – live set 27/08/2022 dei Molchat Doma(Coldwave, Synthpop, New-wave, Postpunk – Bielorussia)…segnalato per la dolce compagnia della Bianca
  • Jazz is Dead 2022 – Festival torinese – live set 28/05/2022 di The Bug (feat. Flowdan) con l’album “Fire”( Dubstep, Grime, Industrial Hip Hop – UK);
  • Film documentario  “ Ennio” di Giuseppe tornatore:   proiezione arricchita di contenuti extra rispetto all’uscita del 2021;
  • Bastione Record – etichetta indipendente della Valtidone – live concert dei Bee Bee Sea(Garage Punk, Garage Rock, Indie Rock – Castel Goffredo)- album consigliato: Day ripper ma anche la cover esplosiva “ Piangi con me” dei Rokes.
  • We’re not here to be loved – Fleshwater ( Alternative Metal, Shoegaze, Post-Hardcore – USA);
  • So Much Wine(EP) – Phoebe Bridgers(Indie folk – USA);
  • 모호함 속의 너 Nebulous You – Della Zyr(Dream Pop, Folktronica, Post-Rock – Corea del Sud);
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *