MIMOSA – Hurrah

L’esordio di Mimosa (Campironi), tre anni fa con “La terza guerra”, era stato un piccolo capolavoro di originalità, personalità, eclettismo. La seconda prova conferma le aspettative, con nove brani (oltre ad un’ intro e un breve intermezzo) autografi, che mischiano l’impostazione pianistica delle composizioni, con elettronica, un costante sguardo ai Dresden Dolls, un pizzico di Bjork, un po’ di trip hop ma soprattutto tanto carattere, una fortissima individualità artistica, supportata da testi particolarmente ficcanti e spesso abrasivi. Eccellente.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.