MOMONO – Forme

il video di “Forme”, il singolo d’esordio dei Momòno. Momòno è un duo di musica elettronica nato nel 2020, in pieno lockdown, dalla necessità di far musica a 360 gradi senza porsi limite di genere. A caratterizzare il progetto, l’inserimento della voce in lingua italiana in una matrice sonora tipicamente elettronica.

“Forme” è il primo brano, un singolo conturbante e altamente sperimentale, dedicato alle relazioni e alle contaminazioni che queste comportano.

I rapporti, fatti di polvere e suoni dissonanti, non son altro che ossessioni capaci di confonderci. Si insinuano tra la pelle e la mente, privandoci della nostra autonomia. Ma non c’è odio o rancore. C’è solo la la consapevolezza che, qualsiasi forma assumano, travolgono i confini, corrompendo le nostre visioni, anche a distanza di anni.

Guarda il video di “Forme”: https://youtu.be/W6pE8x5vt0g

Crediti del video:
Tratto da archive.com Chairy Tale di Norman Mclaren e Claude Jutra
Montaggio: Momòno

I Momòno parlano del singolo e del video
La difficoltà dei rapporti è rappresentata dalla danza di un uomo e una sedia. Il video, apparentemente non carico di significato, nasconde e lascia intendere, a uno sguardo attento, come i due protagonisti siano in costante lotta tra di loro. L’uomo e la sedia si girano attorno, si mancano, si scontrano e alla fine si vengono incontro dopo aver danzato assieme. Il testo e le immagini parlano della complessità dei rapporti. Le persone lasciano dentro di noi dei frammenti che si manifesteranno nel tempo sotto infinite e sorprendenti forme.

Originari di Viterbo, Edoardo De Santis e Francesco Di Marco, in arte Momòno, si occupano sia della scrittura che della produzione dei propri brani. La composizione è curata da Edoardo, mentre il sound design e il suono vedono Francesco come protagonista. I brani sono composti, mixati e masterizzati presso lo studio 8hertz audio di Viterbo. Il live prevede la partecipazione di un terzo elemento, due batterie, drum machines, voci e synth.

Crediti del singolo:
Testo/musica/arrangiamenti: Edoardo De Santis
Prodotto e registrato dai Momòno, presso lo studio 8hertz audio di Viterbo
Mix e master: Francesco Di Marco e Luigi Lusini

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.