MUSICA NUDA – Il viaggio straordinario

“IL VIAGGIO STRAORDINARIO” (Prima o Poi), il nuovo singolo di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, con la formazione MUSICA NUDA. Scritta da Tony Canto, è la canzone di chiusura dello spettacolo Turandò che vede protagonisti proprio i Musica Nuda e che ha debuttato il 17 gennaio al Teatro Astra di Bellaria Igea Marina (RN). Il brano parla del viaggio, inteso come viaggio musicale, di vita, di avventura e di scoperta.
 
«Con Tony Canto ci lega una lunga amicizia sia personale che artistica – raccontano i Musica Nuda – non a caso Tony aveva già scritto canzoni molto belle per noi (ad esempio Leggera, Condizione Imprescindibile inclusi nell’album Leggera del 2017 Warner). Qualche tempo fa ci ha spedito questo brano e ce ne siamo subito innamorati. Abbiamo seguito la natura del brano che in qualche modo ci riporta al sapore dei brani scritti alla fine degli anni ’60, dove in programmi TV come “Senza Rete” l’orchestra suonava dal vivo, accompagnando i vari artisti che si alternavano sul palco. Ecco perché affidandoci alle sapienti mani di Tony Brundo, che ha curato l’orchestrazione, abbiamo deciso di vestire un po’ la nostra “musica nuda”. Avevamo il brano in un cassetto e quando abbiamo letto la Turando’ riscritta da Marta Dalla Via, regista e autrice del testo teatrale, ci siamo accorti che “Il Viaggio Straordinario” era una canzone perfetta per concludere il nuovo spettacolo che abbiamo appena messo in scena».
 
 
 Biografia

Un incontro fortuito voluto dal destino quello tra Petra Magoni (voce) e Ferruccio Spinetti (contrabbasso), duo che risponde al nome di MUSICA NUDA. Cantante solista con all’attivo giaÌ€ quattro album, nel gennaio 2003 Petra Magoni aveva in programma un mini-tour in alcuni piccoli club della “sua” Toscana con un amico chitarrista. Proprio il giorno del loro primo concerto, quest’ultimo si ammala. Petra, invece di annullare la data, chiede a Ferruccio, giaÌ€ contrabbassista degli Avion Travel, di sostituirlo all’ultimo minuto. Il concerto ottiene un tale successo che i due protagonisti di questo “Voice’n’bass” combo, nel giro di qualche settimana, mettono insieme un intero repertorio composto dalle canzoni che piuÌ€ amano e di slancio registrano in una sola giornata il loro primo album “Musica Nuda”, titolo che daraÌ€ poi il nome anche al loro duo. In sedici anni di intensa attivitaÌ€ concertistica in tutto il mondo, Musica Nuda ha collezionato riconoscimenti prestigiosi vantando nel proprio palmareÌ€s la “Targa Tenco 2006” nella categoria interpreti, il premio per “Miglior Tour” al Mei di Faenza 2006 e “Les quatre clés de Télérama” in Francia nel 2007. Nel corso degli anni, Ferruccio e Petra hanno portato il loro progetto in giro per il mondo, riuscendo a raggiungere anche spazi prestigiosi tra cui l’Olympia di Parigi, l’Hermitage di San Pietroburgo. Inoltre, sono stati ospiti del Tanz Wuppertal Festival di Pina Bausch e, sempre in Germania, hanno aperto i concerti di Al Jarreau. Nel marzo 2014 sono stati gli unici ospiti musicali della “Giornata Mondiale del Teatro” che si eÌ€ celebrata all’interno del Senato della Repubblica, alla presenza del Presidente Pietro Grasso. Nel 2015 e 2016, il “Little Wonder Tour” ha ottenuto successi in tutto il mondo, partendo dall’Europa, passando dagli Stati Uniti al PeruÌ€, fino ad arrivare in Giappone. Nel 2017 esce “Leggera”, disco di brani inediti a cui seguiraÌ€ un lungo Tour internazionale. Nel 2018 si esibiscono alla Camera dei Deputati in occasione delle celebrazioni per il centenario dell’Aula di Montecitorio. In 17 anni Petra e Ferruccio hanno realizzato piuÌ€ di 1400 concerti, prodotto otto dischi in studio, tre dischi live e un dvd.

 

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.