In viaggio nel tempo con Riccardo Inge e la sua “DeLorean”

Chi non vorrebbe una DeLorean dentro al cassetto per tornare indietro nel tempo? Al mitico veicolo dei film di “Ritorno al futuro” si ispira il nuovo singolo di Riccardo Inge, uscito per LaPOP venerdì 12 febbraio. Ne abbiamo parlato brevemente anche nella nostra rubrica Facebook “30 secondi con Radiocoop”.

La copertina del singolo realizzata dal grafico Roby Manini

Con DeLorean Riccardo Inge svela un inedito lato rock, distanziandosi, ma non troppo, dai precedenti singoli “Fulmicotone” e “Mose“. Il risultato è un brano dal sound pop-rock fresco ed energico, una vera e propria scarica elettrica.

Giocando sull’idea di viaggio nel tempo, tra riflessioni su paradossi spazio-temporali e ipotetiche realtà alternative, Riccardo Inge canta di come certe volte il desiderio di cambiare il passato crei una fantasia ingannevole, distogliendo l’attenzione dal presente.

“Il concetto di realtà parallele, del cosa sarebbe successo se o della possibilità di poter modificare alcune scelte fatte in passato mi ha sempre accompagnato durante la vita” afferma l’artista, e aggiunge: “A chi non piacerebbe una macchina del tempo (anzi, una Delorean) nel cassetto da usare a proprio piacimento?”

Ascolta e acquista DeLorean qui

Riccardo Inge si definisce un ingegnere che fa il cantautore, o un cantautore che fa l’ingegnere. Magari entrambi. La sua carriera musicale è lunga e ricca: suona in tutta Italia, partecipando ai principali concorsi e contest nazionali (finalista al MEI Superstage 2017 e all’edizione 2018 di 1MNext), e arriva a pubblicare un EP e diversi singoli, di cui ricordiamo Cosa resterà di noi ft. Craniorandagio, presentato nel 2016 su RAI Italia per la trasmissione Community. Nel 2020 firma per LaPOP e pubblica i singoli Fulmicotone (di cui è uscito un videoclip) e Mose.

Segui Riccardo Inge su Facebook, Instagram, Twitter, Spotify, YouTube e Bandcamp.

 

Vittoria Rossi

Vittoria Rossi

Info su www.lapop.it o alla mail social@lapop.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.