SCOGLI DI ZINCO – Affiorano veloci e lenti come i ricordi

zinco

Il primo ep d’esordio è un ottimo biglietto da visita , di ottima fattura, per introdurci al mondo malinconico e sfumato del quartetto maceratese. Sonorità cupe e oscure che ondeggiano tra post rock, un vago sapore che riporta a certe ballate care al primo prog, flussi shoegaze.  C’è molta personalità e un approccio particolarmente originale sia a livello compositivo che nella ricerca sonora .

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.