SEGNALI DI RIPRESA – Colours

 

“Colours” è il nuovo videoclip dei Segnali Di Ripresa, storico e raffinatissimo trio marchigiano in bilico tra indie-rock, folk ed elettronica, di ritorno sulle scene dopo 5 anni di silenzio.

Il brano anticipa la nuova fatica discografica della band, “Sacrifice”, attesa per la primavera del 2022 e prodotta dalla label indipendente Marche di Fabbrica con distribuzione affidata a Pirames International.

A parlarci della genesi di “Colours”  sono gli stessi Segnali di Ripresa:

Il sound del brano è quello che caratterizza l’intero disco: campionamenti originali di Saltarello marchigiano, chitarre elettriche, synth SIEL vintage a rafforzare il legame con il territorio di appartenenza della band, le Marche. Il testo in inglese vuole essere, come per altri brani dell’album, una sorta di filastrocca, in questo caso ispirata ai colori. Colours parla di colori dei nostri tramonti, nelle vecchie stanze delle case di campagna, delle fantasie nei grembiuli delle nostre nonne in cucina. Tutto questo suonato in una sorta di elettro folk pop.

Molto particolare anche il videoclip che accompagna il brano, realizzato dagli stessi Segnali di Ripresa nell’ottica di una trilogia video che fungerà da apripista per l’uscita dell’album. Ogni  video sarà visivamente collegato al precedente cercando di creare un visual concept che omaggi il mondo raccontato nel disco.

Ci sono sapori, dialetto, pomeriggi annoiati che hanno i colori dei grembiuli delle nostre nonne in cucina. Il video di “Colours” è un omaggio a quei grembiuli, quelle divise di caserme domestiche fatte di  amore, sgridate e merende. Siamo una band di provincia, suoniamo l’elettronica di oggi, con strumenti dei nostri genitori, ispirandoci alla musica da ballo dei nostri nonni. Nella vita di noi ragazzi di provincia molto di questo ha significato crescere, cambiare, farsi crescere i capelli e sentirsi dire dai nonni che ci hanno cresciuto mentre i nostri genitori erano al lavoro: “ma come ti conci, basta a fare casino, hai mangiato?”

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *