SETTORE OUT – Fantasmi

La band ebbe un notevole riscontro agli inizi degli anni Novanta grazie a due ottimi album e a una serrata attività live. Il previsto terzo album non vide, per una lunga serie di motivi, mai la luce. Torna finalmente ora dall’oblìo a dimostrare l’abilità del gruppo lombardo di destreggiarsi tra canzone d’autore, un sound chitarristico di pura matrice “americana” (dal Paisley Underground al primo Springsteen) a cui non mancano sferzate grunge. Le canzoni mantengono una delle caratteristiche che ha sempre contraddistinto i Settore Out, lo spessore compositivo e ne conferma il grande livello artistico. Un disco che non sente il trascorrere del tempo.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *