SINFONICO HONOLULU – Thousand souls of revolution

L’idea di coverizzare brani appartenenti all’ambito punk / new wave in chiave inusuale non è nuova. I francesi Nouvelle Vague, ad esempio, ci hanno costruito una carriera. Ma il tocco di genialità con cui vi si approcciano i Sinfonico Honolulu è pressochè unico, inserendo quella che è la loro peculiarità, l’uso dell’ukelele. Che però non è protagonista invadente ma colora, discreto, le versioni, peraltro molto originali e sentite, arricchite da sapienti arrangiamenti. Scorrono così classici di PIL, Ramones, Cure, Stranglers, Joy Division. Ed è un gran bel sentire !

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.