THE MILLS – Lunar phase

Lunar Phase, il nuovo singolo targato The Mills, esce oggi 4 dicembre 2020 su tutte le piattaforme digitali per Slimer Records.

Due anni fa ho scritto un brano intitolato Lunar Phase e lì è rimasto. Qualche mese fa Anna, la mia ragazza, mi ha detto: ‘Vorrei scattare un rullino intero di foto al tuo volto, come rappresentazione della ciclicità degli eventi, della mutazione fisica e non, come fosse una fase lunare’. Ecco qui, dunque, Lunar Phase”.

A parlare è Andrea Sanson aka Morris, già nei New Ivory e nei Muleta. The Mills è il progetto indie rock da lui fondato all’inizio del 2019 per rielaborare i suoi demoni interiori, come se si trovasse “su un’amaca in una stazione di servizio”. L’album d’esordio Cerise, un esorcismo elettrico, è stato pubblicato il 17 aprile 2020 da Overdub Recordings. La band nel frattempo è diventata sempre più band stabilizzandosi attorno a Morris e Augusto Dalle Aste con l’inserimento di Lorenzo Valé e l’ultimo arrivato Piero Pedrezzolli. In Lunar Phase, ad accompagnarli, ci sono anche Marco Billo alle tastiere e Luigi Dalle Aste ai violini. Nel video della canzone, diretto dallo stesso Billo, vengono mostrate le foto scattate a Morris proprio dalla sopracitata Anna, come un cerchio che si chiude – oppure una fase lunare che si completa.

Lunar Phase è stato registrato dalla band di Vicenza nell’estate del 2020, dopodiché mixato e masterizzato all’Outside Inside Studio di Treviso da Matt Bordin, capace di dare forma alle idee e catturare il momento. Nello stesso studio, a settembre, The Mills hanno successivamente ultimato il loro secondo album in arrivo nel 2021. Lunar Phase, ballata dalle sonorità più riflessive e intimiste rispetto al piglio alt-punk dell’ormai irrefrenabile gruppo veneto, diviene così una canzone a sé stante nel breve intervallo tra due dischi. È un ideale raccordo tra il prima e il dopo che sarà.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.