TIGHT EYE – Forget-me-not

Tight Eye

Giulia Bonometti dei bresciani Own Boo inaugura il suo nuovo progetto Tight Eye con un album dalle tinte soft e tenebrose. Ritmi bassi, di sapore trip hop (vedi certe atmosfere alla Portishead) ma che attinge prevalentemente dal gusto  60’s caro a Lana Del Rey o Regina Spektor. Il tono è soffuso, autunnale e malinconico ma avvolgente e conturbante, tanto da riuscire a sopperire alla mancanza di vivacità ritmica. Un buon album.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.