TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI feat. JOVANOTTI – In questa grande città (La prima cumbia)

Questo brano cantato in duetto con Jovanotti, come il titolo dichiara, è la prima cumbia scritta dal gruppo. Affascinati nell’ultimo viaggio a New York dal suono della cumbia colombiana, i tre offrono un nuovo ritratto della città di Milano, ribattezzata in un grammelot comprensibile “Capital ben vestida”.

Il video racconta in una visione a specchio la città di Milano, ribattezzata da Tre allegri ragazzi morti “capital ben vestida”. Percorsa in un caleidoscopico camera car Milano mostra i suoi monumenti storici e quelli più moderni, le strutture del nuovo centro e le periferie in un viaggio psicadelico fra architettura, arte e quotidianità.
La “nostra Manhattan” raccontata dalla canzone sul ritmo sud americano della cumbia, arricchita da una voce molto familiare, quella di Jovanotti che duetta con Davide Toffolo, offre un racconto psicogeografico unico e poetico.

Brano registrato e missato da Paolo Baldini.
Adriano Viterbini è ospite speciale alle chitarre.
In questa grande città (La prima cumbia) anticipa l’uscita di Inumani, l’ottavo album ufficiale di Tre allegri ragazzi morti
Regia di Stefano Poletti.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.