WHITEMOSQUITO – Superego

Terzo album, un concept che racconta in 10 brani le diverse facce dell’ego, per la band genovese. Riff granitici, sound heavy che pesca da Soundgarden, Audioslave, Temple of the Dog e dal grunge più metallico ma che non disdegna episodi più introspettivi (vedi l’ipnotica “Contrordine”). Il sound non è comunque derivativo ma piuttosto personale, soprattutto grazie all’uso della lingua italiana e di una voce che ricorda a tratti il Pelù dei primi Litfiba. Ottimo.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.