1989 – Conosco uno, che conosce uno

Fuori il videoclip “Conosco uno, che conosce uno” nuovo singolo di 1989. A metà tra lyrics e didascalico, il video, realizzato da Eros Montenegro, sembra un diario scolastico di uno studente degli anni ’90, pieno di sticker, di pensieri, di citazioni. Una gigantesca lavagna su cui scorrono le diverse personalità interpretate ogni giorno dall’artista e da quello che lo circonda.

Il brano racconta infatti delle diverse personalità di ciascuno di noi, e lo fa partendo dalle sue. La sua persona, i suoi personaggi di tutti i giorni e le sue imitazioni migliori, si incontrano e dialogano all’interno della stessa canzone. Un concentrato di storie e personaggi in un unico testo. La canzone precede l’uscita dei singoli del suo primo album ufficiale, “Gente che odia la gente”.

1989. è un rapper che narra le contraddizioni e la finta felicità che risiedono nel ceto medio. Cerca nelle sue canzoni di sviscerare e raccontare, con ironia, ogni sfaccettatura dei personaggi della borghesia delle metropoli e della provincia.

“Penso che l’unica vera rivoluzione possa partire dal nostro modo di pensare. Per questo ho sempre pesato le parole, sin dal primo testo che ho scritto. La mia prima canzone l’ho scritta a 9 anni, per mio nonno appena defunto. Le mie prime rime, invece, al liceo: raccontavo storie di soldati, influenzato dal passato della mia città, famoso fronte di guerra. Dopo anni ho trovato un equilibrio tra la rapidità dei movimenti del Wing Chun (disciplina che pratico e insegno) e il mio lento processo creativo (la mia scrittura, la mia musica).

Ora mi chiamo 1989., in contrasto con la mia idea di non voler essere soltanto un altro numero, in una società fatta di numeri. Conservo un anello da sei anni, ancora non l’ho perso”.

1989 è un rapper che narra le contraddizioni e la finta felicità che risiedono nel ceto medio. Cerca nelle sue canzoni di sviscerare e raccontare, con ironia, ogni sfaccettatura dei personaggi della borghesia delle metropoli e della provincia.

CREDITS VIDEO
Regia e montaggio: Eros Montenegro.

CREDITS BRANO
Testo: Corrado 1989. Carnevale
Registrato e mixato da Corrado 1989. Carnevale
Masterizzato da Filippo Strang al VDSS Recording Studio di Falvaterra (FR)
Artwork: Enrico e Corrado Carnevale

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.