ANDREA DEVIS – Posso Fare A Meno Di Te

 
Il singolo è il terzo tratto da “Nella Stanza“, album  di esordio del cantautore milanese Andrea Devis.

 Già da una prima visione, in continuità con il sound dell’intero album e specialmente di questo singolo, si percepiscono vibrazioni  anni ottanta.

 Edoardo Morelli – già produttore artistico dell’album di debutto di Andrea – ha realizzato il video, accompagnando la leggerezza, l’ironia e l’evidente richiamo anni 80 del brano e dell’arrangiamento, con un tripudio di colori e contaminazioni optical. La scelta di utilizzare effetti tipici di quegli anni è perfettamente in linea con lo stile del progetto, difficilmente fraintendibile, dal momento che l’intento è chiaramente canzonatorio (ma mai davvero parodistico).

 L’artista stesso ha dichiarato la sua volontà di “mantenere fede alle atmosfere 80’s dei primi due singoli, puntando sulla leggerezza di questo nuovo brano; dolciastro ma chiaramente ironico, a partire dai contenuti e dalla interpretazione vocale”.

 Il videoclip rimane coerente anche con la copertina “ultrapop” dell’album, realizzata con il contributo del fotografo partenopeo Salvatore Scialò.

 “Nella Stanza” – interamente arrangiato da Edoardo Morelli, e masterizzato da Alberto Cutolo ai Massive Arts Studios di Milano – è già disponibile su Spotify e in tutti i negozi digitali di musica.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.