ANTEPRIMA VIDEO : ALEX BEVILACQUA – La sindrome del divano

“La sindrome del divano”, il video del nuovo singolo di AleX Bevilacqua, cantautore e scrittore meneghino. Nella canzone, caratterizzata da sonorità electro-pop incalzanti con ritmiche dance, con le quali AleX si inoltra in un territorio a lui nuovo dal punto di vista produttivo, si ironizza sul vizio italiano, ma non solo, di lasciarsi andare ad una confortevole pigrizia, che a volte può sconfinare nel vizio capitale dell’accidia, piuttosto che andare a esplorare il mondo e la vita in tutti i suoi aspetti.

 

Avresti poi voluto fare la rivoluzione

Entrare nelle cose per capirne la ragione

Girare per le strade abbigliato in modo strano

Ma resti sopraffatto dal tuo tratto più italiano

La sindrome del divano

 

«Ci si ritrova molto spesso a sognare in technicolor, per poi rimanere ancorati alla proprie certezze che prendono le sembianze di un comodo divano di casa. Il brano – racconta AleX Bevilacqua – è stato composto alla chitarra e inizialmente era concepito come una folk-song, ma con la scoperta di alcune nuove sonorità la canzone ha cambiato completamente forma assumendo la veste attuale.»

 

Il video, del quale AleX Bevilacqua ha personalmente curato la regia, si propone di ironizzare su come una vita possa essere sognata anche rimanendo chiusi all’interno di un salotto, semplicemente accarezzando con la fantasia la versione migliore di noi stessi.

 

«Attraverso numerosi cambi d’abito e di situazioni – racconta AleX – la ragazza protagonista ci introduce nel suo universo che alterna momenti domestici ad altri che avrebbero bisogno del contatto diretto col mondo esterno invece di essere vissuti dal proprio divano di casa, per quanto questo possa essere glamorous e in vera pelle! Per uscire da una comoda comfort zone e vincere una pigrizia mentale ancora prima che fisica. Perché, come cantava Giorgio Gaber “C’è solo la strada su cui puoi contare, la strada è l’unica salvezza”.»

 

“La sindrome del divano” è stata scritta e composta da AleX Bevilacqua, che ne ha curato anche la produzione e gli arrangiamenti. Mixata e masterizzata presso Universo Studio Milano. La protagonista del video è l’attrice Alessia SemprebuonoHanno cantato e suonato: AleX Bevilacqua (voce e programmazione), Anita Cane Violins (cori).

 

BIO

AleX Bevilacqua, milanese, dopo il liceo classico inizia a occuparsi di musica contemporaneamente agli esami di Giurisprudenza, imparando a suonare la chitarra da autodidatta e componendo le sue prime canzoni. Si laurea in Legge. Dà vita successivamente assieme a Davide Verazzani al progetto Divins Clochards, un duo acustico che alterna proprie composizioni in italiano contigue al pop e alla canzone d’autore con cover di celebrati maestri di oltreoceano e oltremanica. Terminata questa esperienza, approda all’attività di autore, specializzandosi in produzioni pop variamente contaminato e riservando un occhio di riguardo alla cura dei testi. L’amore per la parola scritta lo spinge a cimentarsi nella stesura di soggetti per il cinema, sceneggiature, format televisivi e a collaborare come battutista con comici vari tra i quali Gigi Rock di Zelig. Nel 2005 decide di pubblicare tutto il suo materiale poetico nella raccolta “Piega di coscienza irrivelata”, onorandosi della prefazione di Alda Merini, alla quale ha sottoposto la sua opera per una serena valutazione. Verso la fine del 2006 esce nelle librerie il suo primo romanzo “Intanto, l’anima”, per il quale è previsto un adattamento teatrale. L’opera riscuote un certo successo sul web, diventando oggetto di un apposito concorso dal titolo VOTA IL PREMIER sul primo quotidiano online Affari Italiani (www.affaritaliani.it), con il quale inizia a una collaborazione come commentatore politico e di costume. Esordisce come cantautore nel 2009 con il mini-album “My dark songwriting”. Dopo il romanzo a quattro mani “Seta e acciaio” (2011), il nuovo lavoro “Minoritauro” è nelle librerie dall’estate del 2014 e viene presentato al MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) a fine settembre. Nel frattempo prosegue la sua attività di autore per altri artisti e di cantautore con l’album “Visioni d’insieme” (prodotto con Lele Battista, 2012) e gli EP “Le monadi” (2014) e “Ai margini” (2016), collaborando con vari artisti (da segnalare il featuring con Giulio Casale in “Blancnoir”). Iscritto alla SIAE nelle sezioni Musica, DOR e OLAF, è socio onorario dell’Unione Nazionale degli Scrittori e Artisti.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.