Ari Päffgen – Christian Aaron Boulogne

 

Una storia amara e strana, all’ombra di due miti.
Ari Päffgen è il figlio di NICO (voce dei Velvet Underground) e ALAIN DELON che pur non lo ha mai ufficialmente riconosciuto.

Nato nel 1962 venne accolto dalla madre di Delon, Édith Boulogne (contro la volontà del figlio) dopo che la stessa Nico le aveva comunicato la sua “impossibilità” ad allevarlo correttamente.
Edith volò a New York, lo prese con sè e lo crebbe fino a quando nel 1977 suo marito Paul Boulogne non lo adottò come figlio dandogli il cognome.

Si riavvicinò alla madre con cui condivise anche passioni molto pericolose (in un’intervista ha dichiarato di essere stato in coma per tre settimane per overdose e che Nico cercò di registrare in ospedale il suo flebile battito del cuore per inserirlo in un disco….).

Nico smette con la droga per salvarlo e proteggerlo ma alla sua morte nel 1988, Ari si rituffa nei suoi demoni passando da una cura per la disintossicazione all’altra.

Ha avuto sporadici contatti con Alain Delon che ha sempre negato di poter essere suo padre (nonostante una somiglianza evidente) ma di considerarlo un “amico”: “Tu non hai i miei occhi, non hai miei capelli, non sei mio figlio, non lo sarai mai, sono andato a letto con tua madre solo una volta, tu sei solo un mio amico” gli disse una volta.

Ha pubblicato un libro di memorie, L’Amour n’oublie jamais, girato alcuni film (anche con la madre ne “La cicatrice interiore” del 1972), lavora come fotografo, anche se ultimamente vive in una sorta di ricovero in condizioni critiche dopo un ictus e una vita spesa in abusi.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.