BLEEDING SKIES – Downflyers

Directed by Andrea Bignami | AB Video

Recorded by Robin Marchetti @ Rabbit Studio

Thanks to: Silvia Gilberti & Gabriele Zilioli

 

“BLEEDING SKIES” è il titolo del nuovo singolo e videoclip dei DOWNFLYERS. Il singolo anticipa l’uscita di “FREQUENCY”, il primo full lenght firmato Downflyers, seguito degli Ep “Nice to meet you” (2011) e “Loves & curses” (2015), che sarà rilasciato il 27 aprile 2018, in Cd e in Digitale (distr. digitale Artist First/IndieBox – distr. fisica Self/IndieBox – press IndieBox Music).

“Frequency” è un concept album che racconta la fantomatica guerra tra due fazioni agli antipodi e da sempre in conflitto: quella del Silenzio, chiusa nel suo guscio di regole e conformismo e quella del Suono, votata alla libertà e alla prevalenza del cuore sulla ragione.

Per questo lavoro i Downflyers hanno prestato molta attenzione ai testi e alle tematiche per sviluppare il concept, fil rouge dell’intero disco, che si dipana su melodie ricercate che mixano alternative rock dal respiro internazionale e elettronica, assimilando la lezione di gruppi come Biffy Clyro o 30 Seconds to Mars, strizzando l’occhio al punk rock melodico di matrice californiana, dai Blink-182 ai Green Day, per esprimere e concretizzare le loro urgenze creative.

“Bleeding skies” è il brano cardine del concept che sarà sviluppato nel nuovo album.

Rappresenta l’ora più buia, il momento in cui la battaglia Suono/Silenzio entra nel vivo.

Una canzone viscerale, un misto di inquietudine, confusione e riflessione, sentimenti accreditabili a un senso di smarrimento totale. Si avrà pace solo al raggiungimento della consapevolezza che tutto dipende da noi stessi.

Il videoclip girato in una villa di metà ottocento da Andrea Bignami (AB video) tratteggia tutte queste sensazioni. L’epilogo sarà la negazione di ogni verità oggettiva, bianco e nero, suono e silenzio, non avranno più confini così netti.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.