CALABI – Le terrazze

Le Terrazze è il primo biglietto da visita di Calabi, il punto di partenza di un nuovo progetto artistico per Andrea Rota, già alla voce dei Plastic Made Sofa.

Il video, girato da Andrea Cominoli in un’assolata Sicilia, tra Alicudi, Noto, Marzamemi e Pachino, richiama come il brano i sapori malinconici di un’estate appena conclusa ed è intriso di atmosfere algide ma avvolgenti, come quando il sole del primo autunno illumina le spiagge e le case bianche con un calore più timido rispetto a quello ardente che lo ha preceduto.

A portare l’ascoltatore su un’agognata terrazza dove ritrovare quiete e tepore c’è la voce di Calabi, calda e soffusa senza paura di graffiare e di prendere le redini di un viaggio interiore che può solo rinfrancare l’anima.

“Il video dal taglio registico amatoriale racconta da vicino, da dentro un’estate in due” – dice Calabi – “un broncio, un dondolio, una terrazza. Nasce dall’empatia suscitata dall’ascolto del brano nei due protagonisti, lui che gira e allunga una mano e lei, la sua ragazza, che gioca i suoi occhi e la leggerezza dell’attimo. La pellicola nostalgicamente consuma un’estate, un amore, un luogo che proprio perché non tornerà, si fa sogno e ideale”.

Un pezzo pop raffinato e suadente, in cui strofe dolci, delicate e minimaliste conducono a un ritornello arioso e profondo che si carica di un giocoso invito alla spensieratezza. La produzione esalta questo contrasto di pieni e vuoti, agendo prima per sottrazione su un semplice pattern ritmico e poche note di tastiera per poi descrivere un sogno abbacinante e liberatorio con synth eleganti e sempre più intensi.

Così Calabi descrive il brano:

Le terrazze racconta la fatica del non sentirsi a casa in nessun luogo. La ricerca costante di un altrove, di un sé felice quando non si trova quiete nella propria stanza. 

A volte accade… un amore ci porta fuori dai confini delle nostre abitudini. 

A volte accade, ci basta una terrazza”.

Le Terrazze è stata prodotta e mixata da Federico Laini, il master è di Andrea Suriani.

 

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.