CANARIE – Brodo

Una piccola fiaba di legno dai colori caldi. Esce  il secondo singolo di Canarie estratto da IMMAGINARI.

Dopo Universo la nuova clip – ideata e girata da Davide Calvaresi – ha per protagonisti burattini di legno animati intenti a cantare in macchina il perfetto ritornello da viaggio. Manca solo il vento tra i capelli, che le marionette non hanno. Per il resto, le trame di synth, chitarre e cori disegnano una canzone che fin dalle prime note sa di primavera, da assaporare con i finestrini rigorosamente abbassati.

Davide Calvaresi, artista e coreografo di Offida (AP), dirige e anima la compagnia 7-8 chili creando dispositivi visivi. Nel 2019 vince il prestigioso Globo d’Oro come miglior cortometraggio con Olmo, storia poetica dedicata a un burattino di legno, lo stesso che nel video veste i panni di un musicista della band. “Tutto è nato in falegnameria –  racconta a proposito della genesi della clip – Ho tirato fuori alcuni dei burattini di legno che ho costruito e ho iniziato a muoverli. Tutto il resto è venuto spontaneamente, perché quando ti metti a parlare con un pezzo di legno questo ti dice di cosa ha bisogno e perché. Il video è arrivato così: un brodino caldo per questi tempi freddi”.

Dal profumo amaro e nostalgico di una storia probabilmente arrivata al capolinea, il nuovo singolo di Canarie ha la consistenza scivolosa di un brodo sorseggiato ormai per troppo tempo, in cui la noia schiaccia i sentimenti.

Tra i due protagonisti sembra essere tutto finito. La nebbia si è impadronita della luce e dei loro sentimenti. È penetrata dentro casa come un incenso indiano. Un gas pronto a eliminare i loro corpi quasi estranei. Eppure, in questo rapporto lacerato, dove neanche le scorie sembrano avere un briciolo di energia, appaiono dal nulla due labbra di corallo dentro una sfera di cristallo. Come un oracolo, rivelano che a volte l’amore non è altro che chiedersi cosa mangiare finché il cuore si muove. Meglio allora smettere di farsi domande e continuare a stare insieme. Fermi a fissare le ragnatele, spolverare gli universi e non specchiarsi per scoprirsi diversi. Il dado è tratto, ma la minestra è pronta.

Brodo è il secondo tassello del ricco puzzle di IMMAGINARI, il nuovo disco in uscita con Porto Records in due parti: la prima il 16 aprile e la seconda in autunno. Una variegata composizione sonora in cui il protagonista assoluto è l’amore, prima e forse ultima destinazione di una mappa più ampia disegnata per esplorare universali dubbi e paure umane.

CANARIE sono Paola Mirabella e Andrea Pulcini, con Emanuele Triglia al basso (Davide Shorty, Ainè) e Francesco Aprili alla batteria (Giorgio Poi). Nel 2019 esce per Porto Records Tristi Tropici, disco d’esordio che conquista cuori e apprezzamenti grazie a un lungo tour che ha attraversato Mi Ami, Ypsigrock, Mish Mash, e Ama Festival e li ha visti in apertura dei live di Mac DeMarco e Deerhunter.  

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.