CAZALE – Dream in color

“Dream in color” è il nuovo singolo dei romagnoli Cazale, affascinante quartetto di musica strumentale in bilico tra jazz, post-rock e suggestioni cinematiche.
Il progetto nasce nel 2018 da un’idea del sassofonista Paolo Gradari (Amycanbe – 64 Slices of American Cheese), contestualmente all’uscita del primo EP “This is This”, un omaggio a cuore aperto al grande attore hollywoodiano John Cazale.
Il brano anticipa il primo full length della band in uscita dopo l’estate per la label Open Productions, ed è accompagnato da uno splendido videoclip realizzato dallo stesso Paolo Gradari montando filmati di repertorio  provenienti dall’archivio della città di Vancouver, per cominciare a focalizzare l’attenzione su quelli che saranno i temi principali del disco: il passato, la memoria, gli affetti familiari.
“Dream in color” fotografa alla perfezione l’attuale sentiero musicale intrapreso dal quartetto cesenate.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 17/10/2022

    […] – Playlist Fresh Start – Playlist Stai!? – Anteprima video Impatto Sonoro – Radiocoop – SoundsGoodWebzine – […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *