CRISTIANO PUCCI – Wild bloom

 

Rose ai passanti di Shepherd’s Bush, fascino italiano in terra londinese, un pizzico di psichedelia e qualche riferimento pop importante: WILD BLOOM è il nuovo video di CRISTIANO PUCCI ed è la novità migliore che capiterà di ascoltare e vedere oggi.

A Londra dal 2011, CRISTIANO PUCCI conta numerose collaborazioni come cantante in gruppi britannici e dal 2019 con il suo primo album da solista. Dal 2020 fa parte in Italia de La Rue Music Records. Un’onda British aggiunta al genio Made in Italy.

WILD BLOOM è anche il terzo estratto dall’EP MADNESS IN HEAVEN, prodotto sia a Londra che in Toscana. Eclettico, Psichedelico e Glam Rock, CRISTIANO PUCCI è un artista che ha il controllo completo sulla sua musica e creatività.

La produzione è stata affidata a SIMONE SANDRUCCI chitarrista degli ETRUSCHI FROM LAKOTA sotto la supervisione di NICOLA BARONTI (già al lavoro con Criminal Jokers | Zen Circus | Lucio Leoni | Iosonouncane) produttore artistico alla Tana del Bianconiglio studio. Tutto questo va a consolidare un lavoro iniziato nel gennaio 2020 con la La Rue Music grazie al contributo di Luca Soldani produttore esecutivo dell’etichetta La Rue Music Record e grande motivatore.

“Il video di WILD BLOOM è stato realizzato nel novembre 2021 a Londra da MAT GREEN. Inizialmente è stato progettato in tre diverse location, ma alla fine abbiamo voluto semplificare il più possibile il lavoro. L’idea è nata dal video dei The Verve Bittersweet Symphony ma con uno stile più T. Rex/Marc Bolan. Le venti rose utilizzate nel video sono state acquistate al mercato di strada e abbiamo improvvisato il video regalandole alle persone di passaggio. Il significato delle rose era amore e rinascita, libertà e istinto che si muovono liberamente per strada”

-o-

Un inizio come cantautore old-school, ispirato da un sound britannico e da un’anima italiana. Questo dualismo porta CRISTIANO PUCCI a trasferirsi a Londra dove, dal 2011 inizia la sua personale ricerca artistica, collaborando con band come M. STATE PROJECT e contemporaneamente componendo i suoi primi brani da solista. Dal 2020 fa parte de La Rue Music Records in Italia grazie al secondo album da solista SEX & LOVE (2019). È un artista poliedrico che è riuscito a mescolare bene l’ispirazione della produzione della Tana del Bianconiglio Studio in Italia con le nuove influenze Glam Rock a Londra. Dal 2021 collabora con la sua band alla produzione degli spettacoli dal vivo ispirati ad artisti come Marc Bolan & T.Rex, Hendrix, Nirvana Muse Beatles e Queen.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *