DAVIDE ZILLI – Il complottista

Metti un cha cha cha insieme a un cantautorato ironic-jazz e una spruzzata di liscio romagnolo. La ricetta, seppur esplosiva, è quella de “Il Complottista”, il nuovo singolo di Davide Zilli, uscito il 14 giugno in digital download e sulle piattaforme streaming per Edizioni Rubate / Freecom. Dopo la vittoria a Musicultura 2018, Davide Zilli, cantautore lombardo-emiliano, torna con un progetto che segna l’inizio della collaborazione con l’Orchestra Mirko Casadei, baluardo del liscio made in Romagna.

Nel singolo, le cui pieghe si snodano tra complottismo e malinconia amorosa, pianoforte, tromba e contrabbasso vanno a braccetto con fisarmonica, tromba e violino. Un inedito melting pop dal sapore antico e moderno contemporaneamente. L’autore di “Coinquilini” conferma il suo stile eclettico, scanzonato, irriverente, ma ben riposto sulla canzone che va in modo obliquo da Paolo Conte, Sergio Caputo ed Enzo Jannacci a Elvis Costello e Randy Newman.

Il video del singolo, vede la partecipazione dell’Orchestra di Mirko Casadei e l’intervento a sorpresa del re del liscio, Raul Casadei.

Professore di Italiano al mattino, cantautore-pianista di sera, Davide Zilli si forma al Conservatorio di Milano ma cresce a Soarza in provincia di Piacenza e vive attualmente a Parma. Successivamente perfeziona lo studio del pianoforte jazz con Roberto Cipelli(Paolo Fresu Quintet). Nel 2002 inizia a scrivere canzoni proprie e viene subito selezionato per i corsi di “Fronte del palco” al Centro Musica di Modena dove si perfeziona sotto la guida di Manuel Agnelli, Gianni Maroccolo, Cristina Donà e Sergio Carnevale. Nell’ambito di questa esperienza si esibisce in seguito nello spettacolo “Reload”, sotto la supervisione di Cristina Donà e Alberto Cottica (Modena City Ramblers). In seguito, studia canto con Daniela Panetta, cantante jazz già collaboratrice di Paolo Conte. Vince diversi concorsi tra cui Salotto Muzika di Bologna, il Festival della Canzone d’Autore di Varigotti, il Festival Lab di Cormano, il Premio per il Miglior Testo al concorso “Umberto Bindi” di Santa Margherita Ligure, il Premio Speciale della Giuria Giovani al Biella Festival e, infine, la scorsa edizione di Musicultura. Nel 2010 è uscito il suo primo album “Coinquilini” coprodotto con Roberto Alessi (dj collaboratore della Ishtar Records). Il singolo omonimo, remixato per la radio dal dj Robert Passera e da Daniele “Bengi” Benati (cantante dello storico gruppo funk Ridillo), è entrato nella “Indie Music Like” piazzandosi alla n.23. Attivo anche in campo letterario, ha pubblicato un libro sul poeta e anglista Roberto Sanesi per le Edizioni di Storia e Letteratura di Roma, e dello stesso autore ha collaborato all’Oscar Poesia per la Mondadori. Tra il 2015 e il 2016 collabora attivamente con lo scrittore Massimo Roscia, vulcanico autore de “La Strage dei Congiuntivi”. A ottobre 2015 Davide, insieme ai Jazzabbestia, è resident band di Milano Book Party 2015, dove condivide il palco con autori del calibro di Elisabetta Bucciarelli, Guido Catalano, Vincenzo Costantino Cinaski, Tito Faraci, Carlo Gabardini, Ginevra Lamberti, Paolo Nori, Francesco Piccolo e Franco Vanni.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.