DONNO – Incondizionatamente

Donno presenta il nuovo singolo “Incondizionatamente”, che segna il suo debutto solista dopo una serie di esperienze di band, e il video ufficiale.

“Incondizionatamente” è un’intensa ballata in 3/4, scritta da Donno e prodotta da Sergio Quagliarella e Oscar Mapelli, che incalza sofferente e salvifica. Donno ha sentito l’urgenza di mettere in musica l’esperienza di una relazione, vivendola come il più grande strumento di evoluzione personale, di quelli che arrivano a plasmare il proprio modo di essere.

Donno racconta: «Questa canzone nasce da una lettera scritta a una persona, che è stata molto importante per me, in un momento arrivato poco dopo la fine della nostra storia. Un epilogo giunto senza sorpresa, ma contro la mia volontà. È unesortazione a vivere gli amori per ciò che sono, senza complicare tutto mettendo in campo i freni della mente che tende sempre a conservarci dalle sofferenze e dai rischi, impedendoci di amare.»

Il video, girato a Bologna da Oscar Serio, rappresenta la danza più antica del mondo: quella tra l’uomo e la donna.

Donno ne parla così: “Il video immortala un piccolo vissuto di una coppia, come se si volesse rendere statico ed eterno un momento che non tornerà più, essendo la vita un movimento continuo che non può essere fermato. Questo vale anche per ogni relazione d’amore, ma l’essere umano in maniera erronea tende sempre a non voler accettare i cambiamenti cercando di mantenere tutto così com’è, facendo del proprio passato l’attuale presente.

La scelta di una ragazza di origini asiatiche (Flora Zeng) deriva dalla mia attitudine a vivere la vita secondo modelli ispirati dalle filosofie orientali e olistiche, e alle pratiche spirituali di evoluzione personale che ci insegnano a goderci le relazioni per quello che sono realmente, che le cose accadono sempre per un motivo, per il nostro bene, anche quando pensiamo il contrario. Come dico nel brano, senza il dolore non avrei scritto questa canzone.”

Alla continua ricerca di unevoluzione musicale e personale, Nicolas Donno scrive testi che sembrano quasi diventare dei veri e propri sermoni rock, realizzando canzoni che, pur senza la presunzione di voler essere degli inni pop, hanno la certezza di arrivare dritti al punto.

BIOGRAFIA Nicolas Donno nasce a Luino  sulle sponde del Lago Maggiore, e vive a Milano. Comincia a cantare e a suonare la chitarra in diverse band, e nel 2009 fonda il suo primo progetto di inediti, A Million Ways, dalle influenze posthardcore/metalcore. La band registra il suo primo EP e suona dal vivo in Italia ed Europa dell’Est. Nel 2012 Donno fonda un’altra band, The Gap, con la quale cambia sonorità e si orienta verso il punkhardcore e il rock. Anche questa volta pubblica un EP e porta la sua musica dal vivo. Dopo queste due esperienze, durante le quali canta in lingua inglese, Donno forma la band Il Distacco, si approccia a un genere più alternative rock – grunge e inizia a cantare in italiano. 

Nel 2015 pubblica l’album “I 17 Lati” e ricomincia a esibirsi dal vivo in giro per l’Italia. Contemporaneamente si avvicina allo studio di naturopatia e scienze olistiche. Nel 2018 Donno decide di iniziare la carriera solista, accompagnato in un percorso personale e di produzione musicale da Sergio Quagliarella. Le sue influenze sono molteplici: fra tutte spiccano Sting, Jeff Buckley, Chris Cornell, Bring Me The Horizon e gli italiani Marlene Kuntz. La passione per la prepotenza sonora del metal da una parte e lo studio delle medicine tradizionali antiche dall’altra sono le due colonne portanti, sebbene apparentemente in forte contrasto, del suo stile musicale e della sua visione del mondo. 

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *