EMANUELE BOZZINI – L’eremita

L’Eremita parla di solitudine, di depressione e probabilmente anche di speranza, scritto in un periodo in cui non sapevo dove cercarne. E’ una figura di per sé ambigua che può simboleggiare tutto un ventaglio di possibilità esistenziali che separano la ricerca interiore dalla mera misantropia. Esistono elementi naturali come l’alta montagna che riescono a distanziarci dal chiasso umano e da quello interiore, a restituirci quell’elemento di pace, accettazione e religiosità di cui l’Uomo, o quantomeno una sua parte, ha bisogno. L’Eremita è qualcuno che nel mio immaginario è andato a cercare quel silenzio ma poi di quel silenzio è rimasto prigioniero”. Arriva il terzo singolo tratto dall’imminente EP Lontano – in uscita il 13 ottobre: si intitola L’Eremita ed è uno dei brani più rappresentativi della ricerca umana, artistica e musicale intrapresa da Emanuele Bozzini.
 L’Eremita, folk-rock dal passo incalzante e appassionato che rivela ancora una volta l’urgenza espressiva dell’autore, racconta uno dei temi più delicati e complessi, la solitudine, affrontato con consapevolezza e maturità. Dopo i singoli Sparirò Il salto, Bozzini rivela il suo panorama interiore mettendosi a nudo anche come attore nel video – presentato in anteprima su La Stampa – che ha avuto una fortissima valenza catartica anche per il luogo nel quale è stato realizzato: “È il villaggio di Ghesc, in Val d’Ossola, un villaggio in pietra che mi ha fatto scoprire l’amico Maurizio Cesprini, che con l’associazione Canova individua e ristruttura con materiale originale vecchi borghi d’altura abbandonati. È anche grazie a questo videoclip che sono riuscito a mettere in luce il personaggio dell’Eremita, la recitazione essendo uno degli elementi espressivi che più mi permette di entrare a contatto con me stesso”.
 Lontano, con il quale Emanuele Bozzini debutterà come solista, è in arrivo il 13 ottobre, prodotto e arrangiato dallo stesso Bozzini insieme a Paolo Rigotto al Freakone Studio di Torino. Il duo insieme ad altri musicisti presenterà l’EP dal vivo il 18 ottobre proprio nel villaggio di Ghesc per garantire agli spettatori e ai musicisti quell’esperienza di Lontananza che l’EP richiede. Emanuele Bozzini è un cantautore torinese emigrato in Belgio, già leader della band italo-belga Marichka Connection con cui ha pubblicato l’album Fuga dal Paradiso nel 2015.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.