FACILE – Ade personale

La sveglia alle 7, la macchina, i mezzi, il lavoro, la 9-to-5 routine. Una vita che schiaccia, che strania e viene vissuta passivamente da milioni di persone. Quattro ragazzi dalla Brianza levano un coro per urlare il proprio rifiuto di un’esistenza preimpostata e vacua verso cui la società sembra spingerci avidamente.

Il loro grido di battaglia è lo strumento di chi da sempre rifiuta di identificarsi in un mondo alle cui regole non vuole sottostare: un pezzo rock –due chitarre, un basso e una batteria; un pezzo dall’anima alternative britannica e americana ma cantato in italiano, per unire una tradizione musicale che con gli anni abbiamo imparato ad amare sui canali di musica alternativa, alla novità di un sound fresco, aggiornato e soprattutto arrabbiato. Loro sono i Facile, e ci invitano a fare un giro nel loro Ade Personale.

“La routine logorante e deprimente che in molti vivono uccide l’anima e il cuore delle persone: è ciò che vogliamo criticare e denunciare con questo brano. Tali individui trascorrono la propria alienante esistenza in attesa dei weekend e delle ferie, cercano di sopravvivere come possono dimenticandosi però di trovare il tempo di vivere.”

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.