FLAT BIT – Attacchi di normalità

Regia di Francesco Agostini e Antony Agostini per
Woodcutters
Registrato e mixato al The Convent Studio da Livio Boccioni
Mastering di Giovanni Versari presso La Maestà studio
Hanno ballato Davide Cecere e Elena Dentato

Con il successo ottenuto a Rock Targato Italia i Flat Bit hanno vinto il premio in palio che consiste nella comunicazione del loro prodotto discografico a cura dell’Ufficio Stampa Divinazione Milano.

Ad accompagnare “Attacchi di Normalità”, il nuovo singolo dei Flat Bit, è disponibile da oggi anche un videoclip pubblicato sul canale YouTube della band marchigiana

I Flat Bit, sono una vera rivelazione tra le band emergenti. Coinvolgenti sul palco, si confermano in studio per capacità espressiva, (energiche sonorità elettroniche di matrice pop), raccontando tic e nevrosi sociali con occhio spesso ironico e malizioso.
Divertenti ma attenti ai particolari con rara sensibilità.

Nel video del singolo, grande spazio è dato alla coppia di ballerini, a simboleggiare la parte romantica della vita. L’energia e l’armonia che emanano i due corpi danzanti diventano così sinonimo di un romanticismo semplice, genuino, autentico teso a creare empatia in chiunque li stia a guardare. Infine, il mare, il sole e il vento che fanno da sfondo al video, rafforzano il concetto di semplicità, che tutti noi cerchiamo e che troppo spesso diamo per scontata.

Il brano “Attacchi di Normalità”, racconta di come nella vita di tutti i giorni, la normalità si manifesti all’improvviso. Si può fare di tutto per cercare di sentirsi speciali ma lei si presenta sempre, puntuale. Il testo diventa così una denuncia della smania odierna di voler sempre essere superiori agli altri, che porta le persone, inevitabilmente, a godere anche dei fallimenti altrui pur di sentirsi meglio.

Il singolo “Attacchi di Normalità” è pubblicato dall’etichetta discografica Alka Record Label.

I Flat Bit, da Pesaro debuttano nel 2010, dall’unione di cinque ragazzi che, seguendo il loro diverso background, decidono di creare un gruppo dalle insolite sonorità che spaziano dal pop al punk-rock. Successivamente, le influenze provenienti dalla musica elettronica fanno il loro ingresso nelle composizione del gruppo. Assecondando questo meltin-pot di sonorità, i Flat Bit hanno pubblicato due album, ottenendo ottimi riscontri nella stampa specializzata e durante i loro numerosi live in Italia e all’estero.

Il loro primo lavoro è “Scala di grigi” del 2013, ma il vero successo arriva con l’EP “Imperfette Condizioni”, in cui il video del singolo “2000 mode” totalizza 65.000 visualizzazioni su Facebook.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.