GIANLUCA ROVELLI – L’ombra

GIANLUCA ROVELLI

presenta

L’OMBRA

tratto dall’album ACUSTICO..

Un bellissimo brano impreziosito dall’arrangiamento per armonica di Giuseppe Milici (Cinema Paradiso)

 

 

DESCRIZIONE DELL’ALBUM “ACUSTICO”

Il lavoro è una sintesi del percorso dell’artista che ha voluto tornare alle sue origini con sonorità acustiche. Il disco vanta collaborazioni con artisti di primissimo piano della scena musicale italiana.

Il disco su spotify

https://open.spotify.com/album/2HQ3YBMZjKhvRxHijZdlqW?si=VEjbEUR8T5CkAfF8pryOhA

 

CREDITS

Gianluca Rovelli (voce e chitarra), Massimo Satta (chitarre, tastiere e programmazioni), Fabrizio Foggia (pianoforte, tastiere), Marcello Sirignano (arrangiamento archi), Salvatore Mennella (batteria), Emanuele Contis (sax soprano), Federico Valenti (chitarra), Flavio Secchi (chitarra), Alessio Povolo (basso, contrabbasso), Fabio Useli (basso) Daniele Russo (batteria), Giuseppe Milici (armonica cromatica), Azzurra Parisi (voce), Serena Cecchi Voce .

 

BIOGRAFIA

Gianluca Rovelli nasce a Palermo e vive la prima parte della vita per mare, in giro per i porti più importanti del Mediterraneo. Studia chitarra classica fin da bambino e, da adolescente, viene folgorato dalla musica e dalla poetica dei Velvet Underground e di Lou Reed. Proprio l’amore per la figura del cantautore americano lo porta a studiare più a fondo la sua musica, abbracciando scrittori e personaggi che vi ruotano intorno, Delmore Schwartz, William Burroughs, Saul Bellow, su tutti. Approfondisce lo studio della chitarra passando dalla classica al Blues e al Jazz. In Sardegna, studia Teoria e Armonia con un Maestro del Conservatorio. Il passaggio al cantautorato avviene dopo l’incontro con Massimo Satta, chitarrista, arrangiatore, uno dei più stretti collaboratori di Mogol. E’ del 2016 il suo primo disco omonimo. Del dicembre 2017 il suo secondo disco da solista, l’album “Percezioni” registrato nel Metropolitan Studios di Monserrato con la produzione artistica e gli arrangiamenti di Massimo Satta.

Nel 2018 una delle svolte più importanti, l’incontro con il produttore e arrangiatore Francesco Musacco, storico collaboratore di Alex Baroni, Simone Cristicchi, Luca Carboni.

Con lui nascono due album, un Ep intitolato “Canzoni a Km zero” in cui Musacco oltre a curare gli arrangiamenti compone parte delle musiche e il Concept “Diaspro, del 2021, in cui, i testi di Gianluca Rovelli, vengono accompagnati da vere e proprie colonne sonore composte da Francesco Musacco.

Sempre nel 2021, quasi in contemporanea con il lavoro sperimentale portato avanti con Musacco, esce “Acustico”, in cui si rivede la simbiosi con Massimo Satta che ha prodotto e arrangiato l’album.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.