GINEZ E IL BULBO DELLA VENTOLA – Lampedusa

La band rivelazione con “..canzoni, bottiglie e altre battaglie”, ha pubblicato il nuovo album “L’ultima cena”, presentato nella meravigliosa cornice dell’ex Chiesa Anglicana di Alassio, in collaborazione con il Comune di Alassio, tornerà con nuovi live e tante novità.

 

“Lampedusa” è una canzone con un sottofondo da ballata anni 60. È un pezzo che racconta  ancora del mare, quello che può aprire nuove strade e far intravedere altri orizzonti, ma anche, allo stesso tempo, trascinarci a fondo. Il richiamo alle rotte della speranza sembra essere più marcato rispetto alla lettura personale ed intima.

Dopo il successo di “Se vuoi”, primo singolo estratto dall’album e accompagnato dal videoclip diretto da Big Up! Factory, la band ligure (Tenco Ascolta 2018) presenterà un brano dal titolo simbolico con un sottofondo da ballata anni 60.

Ginez e il bulbo della ventola – biografia

Ginez e il bulbo della ventola, un nome che evoca suggestioni inafferrabili, un viaggio nei suoni caldi e avvolgenti che caratterizzano la band.

 

Ginez alla chitarra e voce, Daniele Duchini al basso, Roberto Ascoli alla batteria e Fabio Pollono alla chitarra solista danno prova di un’intensa ricerca e creazione di quel repertorio ormai consolidato che contraddistingue il gruppo ligure.

 

Sicuramente vicini alla musica d’autore, ma con una verve molto personale che, trasmessa nell’esecuzione dei loro brani, ne rende difficile la categorizzazione.

 

L’intrinseco connubio di vari generi riporta alla mente storie di viaggi, incontri, scorribande e inevitabili scivoloni che riguardano le vicissitudini dei protagonisti delle loro canzoni.

 

Nel 2017 esce l’album …canzoni, bottiglie e altre battaglie, lavoro che esprime la direzione del tutto personale intrapresa dalla band, seguito nel 2019 dal più intimo e introspettivo L’ultima cena.

 

Alla fine del 2019 subentra al posto di Fabio Pollono il chitarrista Aliano De Franceschi.

 

La band ha partecipato a diverse manifestazioni tra cui il Rockantina Contest e il Giovani Musicisti Contest di Beinasco, conquistando per entrambi la vittoria, e ha calcato palchi importanti come quello del Tenco Ascolta e del festival Su la testa.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.