GIORGIA GIACOMETTI – Bandiere bianche

“Bandiere bianche”, il nuovo video della cantautrice urban Giorgia Giacometti, che dopo aver vissuto e lavorato alla sua musica al prestigioso studio di registrazione House Of Hits di Miami, vola a in oriente per continuare le sue produzioni al Zendyll Records di Singapore. Il brano, disponibile in digital download e in streaming da venerdì 24 marzo per Dreamoon, è un mix tra pop asiatico, rap americano e tecnicità italiana. Le sonorità orientali creano un’atmosfera speziata, la corrente occidentale sorregge la potente ritmica e l’influenza italiana mette a fuoco la limpidezza vocale dell’artista.

Tengo i mostri nel cassetto

per paura di un attacco.

Tu che dici lascia andare,

dimmi come posso fare.

La tua immagine al cospetto

in sembianza di uno spettro,

io che sento di annegare,

tu che salpi verso il mare.

 

Giorgia Giacometti: “Bandiere Bianche” significa non arrendersi e lottare per la vittoria. Uno scontro con l’opportunismo che si accende contro i mostri interiori e reali, sbandierando la propria identità dove non c’è distinzione tra età, sesso e stile di vita. A ritmo di battaglia, i mostri che teniamo nel cassetto sono le nostre paure. Bruciamo le “Bandiere Bianche” come simbolo di chi non si arrende e combatte per la vittoria.

Il video di “Bandiere Bianche” lascia gli spettatori senza fiato, con una qualità a livello cinematografico. Girato a Singapore, prevalentemente in green screen con camera cinema 4k, ci immerge in una battaglia senza paragoni. A catturare, lo stile fashion e l’interpretazione di Giorgia, che con passaggi ritmati tra guerra, sensualità, e determinazione racconta la storia di una relazione intensa che si rivela animata da opportunismo, gelosia, e vendetta. La battaglia è vinta e le “Bandiere Bianche” vengono bruciate. La lacrima caduta nella sezione conclusiva racchiude la sofferenza attraversata lungo il corso di questa relazione e la trasparenza del sentimento vissuto. Il messaggio di “perdono” verso coloro che ti hanno fatto soffrire è forte, sottolineato poi dal culmine della liberazione finale.

“Bandiere Bianche” è stata scritta e composta da Giorgia Giacometti. Producer: RIIDEM & Claire Chew. Mix and Master: Luke Nicholas Foo. Music Studio: Zendyll Records, Singapore. Arrangiamenti: Deborah Scotto. Video Production: BLESS7UP. Stylist: Susanna Giannotti & Hum Cariley. Make-up Artist & Hair Stylist: Hum Cariley.

 

Giorgia Giacometti, cantante e cantautrice italiana di musica pop, nasce l’8 novembre del 1996 a Pistoia. Vive parte della sua vita a Miami dove studia musica, canto e si laurea in business internazionale. Grazie al clima offerto da Miami, patria della musica mondiale, scrive le sue prime canzoni in lingua italiana, inglese, e spagnola all’età di 18 anni. Proprio a Miami, produce i suoi primi singoli e collabora con artisti di fama internazionale in entrambi campi di musica pop e classica. Uno stile profondo e diretto abbraccia una voce raffinata e potente dando vita alla musica pop di Giorgia Giacometti. Debutta con il singolo “All’amore” nella primavera del 2020. Seguiranno “Scandal”, pubblicato a novembre dello stesso anno, e “Bandiere Bianche”, disponibile da marzo 2021.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.