HEIDI FOR PRESIDENT – Whom

Viene in mente Ridley Scott, e le sue lezioni sui “point break”, sui punti di rottura.. Ovvero i colpi di scena. Il primo, ma maturo disco di Heidi For President (nome bizzarro che già anticipa l’attitudine “weirdo”) di “point break” è pieno zeppo. E non suona per niente forzato, in tutti questi suoi punti di svolta.  Amore e natura sono le parole chiave che ispirano la band di Taranto. Che suona come se fosse nata a Brooklyn NYC a suon di Animal Collective o altri combi freak, psichedelici, liberi di suonare e saltare tra generi diversi in un batter d’occhio. ì

VIDEO CREDIT
Directed by Leo Pichierri & Jacopo Dimitri
Produced by PDM Produzioni

MUSIC CREDIT:
Danilo Vona (voice, violin)
Annarella Flemma (voice, synth)
Sergio Leo (acoustic guitar)
Paolo Del Vitto (drums)
Dario Ancona (bass)
Roberto Mangialardo (guitar)
Ylenia Giaffreda (first violin)
Mariarita Durante (second violin)
Andrea Caputo (viola)
Gabriele Musio (cello).

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.