HYBOU MOYEN – Fin dove non si tocca

hibou-moyen-cover-1

Secondo album di Giacomo Radi, che si presenta con lo pseudonimo Hibou Moyen. Alla regia Umberto Maria Giardini a cui non è lontana la poetica e la liricità cantautorale di questo lavoro. Atmosfere introspettive  che non disdegnano sguardi a certo new folk statunitense e al Manuel Agnelli che negli Afterhours si concede pause semi acustiche, intense e viscerali. Ben prodotto, ottime canzoni, colori plumbei ma convincenti.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.