KENTO – Non siete fascisti ma

“Non siete fascisti ma” è il nuovo singolo Kento aspettando il prossimo album 

Non siete fascisti ma” è il titolo del nuovo singolo di Kento, da martedì 17 gennaio in tutte le piattaforme digitali pubblicato da Time 2 Rap. Il rapper reggino da sempre impegnato nel songwriting sociale e politico, torna con un singolo dal forte valore simbolico. Le rime di Kento mettono a fuoco la tematica dell’antifascismo tra ironia e una amara rappresentazione dello scenario politico italiano. Con quello che dovrebbe essere il vero spirito conscious rap, Kento non ha mai abbassato la guardia nel descrivere e criticare la società contemporanea. Sul beat electro di Krizoo scorrono rime che puntano il dito contro una classe dirigente che resuscita da un passato che, a quanto pare, qualcuno non vuole proprio dimenticare. Le strofe scorrono su una cassa dritta senza esclusione di colpi per arrivare un ritornello in francese, che dice: “Questo è solo l’inizio, continuiamo a lottare”. Una citazione di uno slogan nato nel Maggio Francese del ’68 e divenuto simbolo di milioni di giovani in tutto il mondo occidentale. Il videoclip che accompagna il singolo non è da meno. Nelle immagini firmate dal regista Matteo Tiberia, l’artista è impegnato a combattere un gruppo di zombie all’interno di una inquietante villa abbandonata. Ma questi mostri non sono altro che un gruppo di fascisti in completa uniforme, resuscitati da un drammatico passato dal quale gli italiani faticano a distaccarsi. Un tributo ai classici horror movie, che diventa metafora della realtà contemporanea del nostro Paese. “Non siete fascisti ma” è il primo singolo che anticipa il nuovo album di Kento, in uscita il prossimo 31 marzo.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *