LA BELLE EPOQUE – Il mare di Dirac

phpThumb_generated_thumbnailjpg

L’esordio del quartetto si posiziona, con buone canzoni e arrangiamenti, a cavallo tra un alt rock dal vago incedere grunge e riferimenti alla new wave italiana di stampo 80s’, quella più energica e chitarristica alla Litfiba. Le otto canzoni raccolgono poco più di mezzora di musica piuttosto lineare, senza troppi cambiamenti di stile, facendo de “Il mare di Dirac” un buon biglietto da visita in vista di ulteriori sviluppi.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.